Categorie
Notizie

Un finto incidente per giustificare l’uxoricidio

Un uomo napoletano tenta di uccidere la moglie fingendo che sia stato un banale incidente

Sono tantissime le coppie che si sono promesse amore e tolleranza eterni sull’altare o davanti al ministro che ha celebrato le loro nozze. Ma sono altrettanto numerose le relazioni che sono finite a causa della carenza di comprensione e di sopportazione da parte dei due coniugi.

Per questo motivo, alimentato anche dallo stress e dalla monotonia della routine quotidiana, molti matrimoni giungono alla separazione senza trovare soluzioni riparatrici. E mentre alcuni partner preferiscono e si accordano per separarsi, altri ricorrono a modalità meno lecite che sembrano rappresentare l’unica via di fuga nel momento di crisi coniugale.

Questa seconda chance è stata quella scelta da un uomo napoletano, Domenico Greco che ormai stanco della propria moglie ha pensato di escogitare un piano per liberarsene. Così, l’incensurato trentanovenne durante la notte ha sparato un proiettile contro la moglie quarantunenne dentro la loro abitazione con l’intento di commettere un uxoricidio non riuscendo però a colpire nel segno.

Per giustificare il suo folle gesto, l’uomo ha subito avvertito i militari dell’Arma di un incidente avvenuto mentre puliva la propria pistola. Dichiarando ciò però l’uomo ha compromesso la propria posizione visto che si trovava in possesso di arma da fuoco e munizioni non dichiarati alla legge. La polizia di Napoli accorsa sul luogo del delitto infatti ha denunciato e poi arrestato l’uomo per tentato omicidio e per porto illegale d’arma da fuoco.

La vittima è stata subito trasportata all’ospedale Ascalesi dove è stata sottoposta d’urgenza a intervento chirurgico e dove ora si trova ricoverata in prognosi riservata. Il proiettile sparato dal marito con una pistola scenica modificata per lanciare colpi calibro 9 corto le ha colpito l’avambraccio sinistro per poi perforarle la regione mammaria sinistra, sfiorarle il cuore fino a giungere nella regione della scapola.

Ogni giorno sono tantissimi i casi di violenza domestica che restano impuniti a differenza di questo singolo esempio che è stato subito riconosciuto dalle autorità che hanno constatato come ancora una volta l’amore e l’odio possono congiungersi a muovere le sorti di un matrimonio.