Categorie
Tendenze

Utilizzare lo smartphone durante un rapporto intimo

Un americano su 10 ha affermato di utilizzare il proprio smartphone anche durante un rapporto intimo per rispondere a una chiamata o scrivere un messaggio

Smartphone, iPhone, iPad e affini sono entrati a far parte della vita di ognuno di noi: ogni momento è buono per poterli utilizzare per una foto, leggere una notizia o scaricare un’applicazione.

Il tutto avviene senza tener conto del luogo, della persona o del momento.

Non è raro vedere una coppia a cena fuori che invece di dialogare tra un boccone e un sorso di vino tira fuori il suo apparecchio telefonico per poi ritrovarsi a conversare paradossalmente usando una messaggistica istantanea con la persona allo stesso tavolo. È come una dipendenza, che come tutte le altre, è difficile, ma non impossibile, da tenere a freno.

C’è poi chi se lo porta anche a letto: nulla di strano sapere che molti amano riprendere e immortalare le loro performance sotto le lenzuola per imprimere quel momento e rivederlo tutte le volte possibili. È anomalo invece venire a conoscenza dello strano, e anche paradossale, utilizzo che una certa percentuale di persone ne fa durante l’intimità con il partner.

I risultati di un sondaggio statunitense, condotto da Harris Interactive per Jumio, un’azienda che si occupa di pagamenti su sistemi mobili, hanno infatti dimostrato che un intervistato su dieci ha affermato di aver utilizzato lo smartphone per rispondere a dei messaggi o addirittura a delle chiamate durante un rapporto intimo. Un po’ come il personaggio di Carlo Verdone, il Professor Raniero Cotti Borroni, nel film “Viaggi di Nozze”, ricordate? L’età di coloro che hanno ammesso questo strano utilizzo era compreso tra i 18 e i 34 anni.

Non stupisce sapere che il 12% di loro ha inoltre dichiarato che il troppo utilizzo dello smartphone abbia generato una crisi che ha poi portato alla fine della loro storia.

Tra gli altri momenti e luoghi citati durante l’intervista il 19% ha dichiarato di utilizzare lo smartphone in chiesa, il 12% anche sotto la doccia e il 55% durante la guida. Quest’ultima percentuale è un po’ alta considerando i rischi di incidenti che ne possono derivare da questo scorretto impiego.

Che rapporto avete voi con il vostro smartphone o semplicemente con il vostro cellulare: ne siete dipendenti o sapreste condurre la vostra vita anche senza?