Categorie
Tendenze

Infedeltà e tradimento? Tutta colpa di un gene

Il DNA dell’infedeltà. Perchè si tradisce il proprio partner?

Sembrerebbe solo una scusa, ma in realtà tutti coloro che che non riescono proprio a restare fedeli al proprio partner, hanno un particolare gene DRD4 che li spinge a guardarsi sempre attorno alla ricerca di una nuova “preda”.

A confermare per primo questa teoria, il quotidiano britannico Daily Mail, che ha riportato la notizia di una scoperta scientifica effettuata dalla State University di New York secondo la quale esisterebbe un particolare gene nel DNA che rilascerebbe una sostanza, la dopamina, che provoca piacere o meno nell’atto del tradimento.

Il coordinatore dello studio, Justin Garcia, ha affermato: “Quello che abbiamo trovato è che gli individui con una certa variante del gene DRD4 hanno una maggiore probabilità di avere una storia di sesso non impegnato, incluse le avventure di una notte e gli atti di infedeltà”. La ricerca è stata effettuata su un campione di 181 giovani adulti. Si è notato inoltre che la particolare variante del gene DRD4 è anche collegata all’alcolismo, al gioco d’azzardo e ad altri comportamenti a rischio.

Comunque non tutti coloro che posseggono questo gene sono infedeli, infatti la ricerca suggerisce semplicemente che una percentuale molto più elevata di quelli con questo genotipo hanno più probabilità di impegnarsi in questi comportamenti. Se si va ad approfondire l’argomento infedeltà, si può inoltre notare che, grazie ad uno studio condotto tremila persone e commissionato dalla The Co-operative Pharmacy, gli over 50 sono più fedigrafi e promiscui. E’ emerso che i 50enni sono poco prudenti durante le relazioni sessuali, infatti una vasta percentuale ha dichiarato di aver avuto rapporti occasionali senza protezione ed anche di avere contemporaneamente più relazioni sessuali.