Categorie
Notizie

Regali di nozze sbagliati: sposa insulta invitati

Sposa americana rimasta delusa dai modesti regali ricevuti nel giorno del suo matrimonio decide di insultare alcuni invitati presenti per l’occasione

Durante un evento importante è capitato a tutti, almeno una volta di ricevere un regalo non gradito e di doverlo accettare per non ferire i sentimenti di chi ce lo ha donato con affetto e soddisfazione.

Ed è proprio in quei casi che un sorriso di circostanza vien fuori per non mostrare ciò che si pensa realmente o che si prova in quel preciso istante. Non tutti però riescono ad essere così calmi e a nascondere i propri sentimenti, reagendo in modo inaspettato e spesso esagerato.

Un atteggiamento del genere non risalta molto in una circostanza poco formale, ma può assumere un particolare rilievo se assunto in un evento importante come la cerimonia di nozze

A destare la curiosità dei presenti è stata infatti una sposa americana che insoddisfatta di un regalo ricevuto, decide di insultare gli invitati che le hanno fatto il dono, che seppure irrisorio rispecchiava le loro possibilità economiche.

La coppia di amici invitati al matrimonio ha potuto regalare agli sposini solo una quota di 100 dollari offerti all’interno di una busta e poco graditi dalla sposa che ha deciso di mettere entrambi alla gogna rendendo pubblico l’accaduto su Facebook.

Con un messaggio molto duro la donna ha accusato la coppia di essere tirchia e di aver posto poca importanza al loro gesto, esiguo rispetto alla somma che lei e il suo nuovo marito avevano versato per l’allestimento dell’intero matrimonio. In risposta però l’insoddisfatta sposina ha ricevuto molteplici commenti che hanno condannato pubblicamente il suo gesto, reputandolo di poco gusto e altresì maleducato e riempendo la bacheca personale della donna di ulteriori critiche.

Dal canto loro i due amici invitati hanno dichiarato di essere rimasti feriti dalle dure parole della donna, anche perché quel piccolo gesto era frutto di innumerevoli sacrifici fatti per raccogliere una somma che potesse comunque rappresentare un dono di nozze.

Forse se solo avessero saputo in anticipo il finale della storia non avrebbero nemmeno accettato l’invito, togliendo anche la soddisfazione alla sposa di sfogare la propria tensione post-matrimonio.