Categorie
Tendenze

Quello che le donne non dicono per pudore

Esistono cose e gesti che una donna non ammetterà mai di compiere per imbarazzo e per riguardi alla propria intimità. Ma quali sono nello specifico?

Il mondo femminile, nella sua bellezza e delicatezza, è un mistero ancora da svelare totalmente. Vani tutti i tentativi di studio inerenti questa materia: la donna resta un segreto pari a quelli di Fatima, con l’eccezione che almeno qualcuno di questi è stato rivelato.

È un universo contraddittorio in cui “no” significa “si” e “si” significa “no”.

 
Il gentil sesso inoltre, a contrario degli uomini, è più riservato, e non confesserebbe mai particolari che possano svelare o mettere totalmente a nudo la propria intimità: perché si, ci sono cose che una donna nega di fare, pur andando contro natura e contro ogni evidenza. In certi casi però, maggiore sarà la negazione e maggiore sarà la frequenza con cui un atto per esempio è ripetuto. Attenzione comunque a non cadere in errore e di non far di tutta l’erba un fascio.

Vediamo quindi quali sono le principali cose che una donna nega di compiere:

Depilazione: non è ben chiaro perché ancora oggi, nonostante anche gli uomini abbiano deciso di sottoporsi a questa tortura, molte donne non ammettono di radersi. Cosa c’è di sbagliato? Nulla, anzi che ben venga: è solo uno dei tanti modi per prendersi cura del proprio corpo.

Russare: accusare una donna di russare equivale a un suicidio sociale poiché non ammetterà mai che quanto possa essere accaduto sia vero, nemmeno con prove di registrazione. C’è poi chi si giustifica attribuendo il tutto alla stanchezza o ad un problema al setto nasale. È comunque da gentiluomini non farlo presente alla propria metà a meno che non ci sia un alto livello di confidenza e complicità.

Bisogni fisiologici: la donna non emette flatulenze, non rutta, e si reca in bagno solo ed esclusivamente per rifarsi il trucco o per fare pipì: altro non è contemplato. Come si spiega tutto ciò in natura non è dato sapere: gli scienziati stanno ancora effettuando studi, esperimenti e ricerche per venirne a capo.

Procurarsi piacere da sole: argomento totalmente tabù. Una signora non ammetterà mai una cosa del genere, nemmeno sotto tortura, e chiederlo equivale per le stesse ad un’accusa di tentato omicidio. Ad ogni modo l’argomento crea due fazioni: quelle che negano ma che praticano e quelle che realmente non praticano e le quali negano per onor di causa.

Biancheria della nonna: pizzi, merletti, e autoreggenti non costituiscono l’intimo di tutti i giorni come affermato da alcune, ma è riservato solo per le occasioni importanti. Ricordate la scena del “Diario di Bridget Johns” in cui lei è con i mutandoni? Bene a volte la finzione non si dissocia molto dalla realtà!

Le donne sono delle creature favolose che prese nel verso giusto sapranno regalarvi ogni parte di loro stesse, anche quella più oscura. Ricordate che la donna che sa ridere di se ha una marcia in più.