Categorie
Tendenze

I rapporti occasionali causano ansia e depressione?

Possono le avventure di una notte essere causa di ansia e depressione? Secondo uno studio condotto dalla California State University di Sacramento è possibile

Le avventure di una notte possono aggiungere un po’ di pepe nella vita di coloro che sono alla ricerca di un po’ di trasgressione o semplicemente non vogliono legami duraturi, ma solo storie fugaci da consumare subito.

Eppure diversamente da quello che solitamente si legge o si sente dire, e diversamente da quello che può essere un pensiero comune, non tutti i rapporti occasionali sono rose e fiori, e soprattutto al risveglio, c’è chi non si sente appagato, ma al contrario prova un sentimento di vuoto e tristezza.

Oltre infatti al rischio di malattie che possono essere sessualmente trasmesse, esistono altri “effetti collaterali” derivanti da incontri fugaci, come il calo di autostima, stati d’ansia e addirittura delle forti crisi depressive. A rivelarlo sono stati i risultati emersi da uno studio condotto dalla California State University di Sacramento e successivamente pubblicati su “The Journal of Sex Research”, che ha preso in esame 4 mila persone di età compresa tra i 18 e i 30 anni.

Secondo quanto dichiarato dagli studiosi, in seguito le risposte dei volontari, chi aveva avuto di recente una storia occasionale con persone conosciute da poco o totalmente sconosciute, provava un abbassamento dell’autostima e della felicità, accompagnato da un senso di insoddisfazione rispetto a chi invece non si era imbattuto in questo tipo di esperienze.

I ricercatori dal canto loro hanno affermato che avere dei rapporti occasionali non è dannoso per la salute umana, a patto che vengano prese le dovute precauzioni in modo da evitare qualsiasi tipo di contagio di malattie infettive, quali l’HIV per esempio o la sifilide, allo stesso modo però si esprimono in disaccordo con chi pensa che un rapporto fugace comporti benessere fisico e mentale, poiché non in tutti i casi questa situazione rispecchia la realtà.

In ultima analisi, sempre in merito ai risultati, le conclusioni tratte sono che iniziare ad avere degli incontri “mordi e fuggi” già in giovane età può innescare un disagio psicologico o amplificarlo nel caso in cui questo sia già presente, oltre a quello di ritrovarsi con gravidanze indesiderate con persone di cui a volte non si ricorda nemmeno il nome. E voi come vi sentite dopo aver consumato la notte con una persona poco conosciuta: felici o depressi?