Categorie
Tendenze

Gli spioni del web? Sono soprattutto gli ex

Secondo un sondaggio pubblicato dalla Pew Internet Project sono tanti coloro che cercano informazioni sui propri ex e li spiano grazie all’uso di Internet

Esistono persone che lasciano un segno indelebile nella nostra vita, negativo o positivo che sia, e nonostante molte volte il tempo e gli eventi facciano il loro corso, il loro pensiero continua a ritornare mantenendo vivo il loro ricordo.

In passato quando una storia giungeva al capolinea, diventava difficile avere notizie dell’altra persona, la stessa che aveva magari deciso di rompere: oggi, nell’era del digitale, basta un semplice click. E così alzi la mano chi, spinto dalla curiosità, non si sia trovato a cercare informazioni della persona; marito, moglie, fidanzato, fidanzata, convivente, con cui si è condivisa parte dell’esistenza, pur di sapere qualcosa della sua nuova vita, nonostante si è stati esclusi.

Secondo un sondaggio pubblicato dalla Pew Internet Project, che ha coinvolto diversi americani, sono tanti coloro che si sono ritrovati a cercare informazioni: il 24% dei volontari intervistati, ovvero un individuo su quattro, ha ammesso di spiare sul web la dolce metà di un tempo, complice la facilità con cui poter effettuare le ricerche su Internet, grazie a tablet e smartphone.

Il 38% degli intervistati ha inoltre ammesso di aver digitato almeno una volta sul motore di ricerca più famoso al mondo, il nome e il cognome della persona un tempo amata. Per quanto riguarda invece il social network dall’interfaccia blu, 6 persone su 10 hanno ammesso di essere andati a curiosare nel profilo dell’ex, e di aver inviato anche delle richieste d’amicizia sotto mentite spoglie, nel momento in cui sono sorti problemi con le impostazioni della privacy: il tutto perché spinti da una curiosità morbosa che a volte sembra non trovare né limiti né barriere.

Nonostante il sondaggio sia stato condotto negli Usa, non sono molte le differenza che si possono trovare con il nostro bel Paese: anche qui infatti sono numerosi coloro che spiano gli amori passati. Un altro dato interessante è quello emerso dal 29% degli intervistati: negli States infatti sono molti coloro che utilizzano internet per trovare l’anima gemella, di conseguenza parte dei volontari ha confessato di aver visitato profili e di aver cercato informazioni sul web prima di invitare a cena la persona di proprio interesse, nonché probabile futura partner, o prima di accettare un invito galante.

La tecnologia quindi si ritrova a giocare un ruolo significativo tra passato e presente. Voi come la usereste: per spiare il vecchio, curiosare nel nuovo o in nessuno dei casi elencati?