Categorie
Incontri

Incontri: quando una persona non è come in foto

Avete conosciuto una persona in chat, ma al momento dell’incontro vi rendete conto che non è come l’avevate vista in foto? Ecco come fuggire dall’appuntamento

Avete conosciuto una persona speciale su un sito di incontri, avete dialogato in chat, e poi attraverso sms per settimane e mesi, e adesso finalmente siete giunti alla comune decisione di vedervi di persona, per constatare se le stesse sensazioni provate dietro un monitor, trovino riscontro anche nella realtà.

Le ore che vi separano dal vostro incontro le passate magari a decidere come vestirvi, come pettinare i capelli e a pensare le frasi giuste da dire. Quando finalmente giunge l’ora x vi recate nel luogo dell’appuntamento che avevate pattuito insieme e attendete l’arrivo dell’altra persona con ansia ed emozione. Arriva così il momento della verità: vi rendete conto che chi avete davanti è diverso da come ve l’aspettavate nonostante la foto vista in precedenza.

Superato loshock dell’aspetto fisico, vi accomodate e iniziate a dialogare, e improvvisamente vi redente conto che l’appuntamento tanto atteso sta andando esattamente al contrario di come l’avevate immaginato, e che l’unica cosa che volete fare è fuggire. Come fare allora? Ecco qualche consiglio:

La telefonata d’emergenza: un trucco di vecchia scuola che torna sempre utile in svariate occasioni. Occorrente: un cellulare funzionante e un amico o persona fidata che può venire in vostro aiuto. Dato che è da maleducati utilizzare il telefono a tavola, la cosa migliore, onde evitare di destare sospetti, è recarsi in bagno con il cellulare in tasca, avvertire il vostro complice, e tornare a tavola in attesa della chiamata della salvezza.

Problemi di salute improvvisi: forte emicrania o un mal di stomaco dovuti a ciò che si è bevuto o mangiato. Anche queste sono tra le scuse più gettonate. Quello a cui bisogna porre maggiore attenzione è la propria interpretazione, che non deve essere necessariamente da premio Oscar, ma deve per lo meno convincere chi vi sta di fronte, che può avere l’accortezza di capire che la vostra è solo finzione.

Doppio gioco: porsi in maniera disinteressata e antipatica nei confronti dell’altra persona, tanto da indurla ad andarsene via, in modo da non prolungare oltre l’appuntamento e non ferire il suo orgoglio.

La storia di fantasia: inventare una vita disastrosa e disordinata che non vi appartiene, fatta di ex che si comportano da stalker e pazzi. Un racconto di vita che non attrae, ma che al contrario crea tutti i presupposti adatti per far fuggire via chi non è di vostro interesse, incentivandolo/a ad eliminare il vostro numero dalla sua rubrica.

La carta vincente in realtà è sempre quella della sincerità: essere onesti con chi ci sta di fronte è la strada migliore, anche se l’intendo è quello di non ferire l’orgoglio e i sentimenti dell’altro/a attraverso una piccola e “innocente” bugia.