Categorie
Notizie

Vedova sorpresa a copulare sulla tomba del marito

Una donna di Nola, nel napoletano, è stata sorpresa mentre consumava un rapporto carnale con il proprio amante segreto, sulla tomba del marito defunto.

Tutte le coppie scelgono il loro nido d’amore dove poter scambiarsi effusioni e consumare la loro passione: le coppie dichiarate magari mettono molta cura nella scelta del luogo e dei particolari.

Chi invece vive un amore clandestino non sempre si preoccupa dei dettagli, per via del tempo, sempre fugace e di un rapporto che deve essere consumato velocemente.

Quando allora si vive da amanti, e non si vuole far scoprire la propria relazione, ogni posto diventa l’ideale per dare sfogo ai propri ardori, ma arrivare ad avere dei rapporti all’interno di un cimitero diventa alquanto raccapricciante e macabro, soprattutto se si sceglie di farlo sulla tomba del marito.

È quanto successo a Nola, un comune sito nella provincia di Napoli, dove una donna di 37 anni, ha scelto di incontrare il proprio amante, nella tomba di famiglia, situata presso il cimitero di Cimitile, dove era sepolto il povero marito, morto a causa di un incidete stradale. La vedova, che si potrebbe definire ironicamente “allegra”, e l’uomo di 40 anni, si davano periodicamente appuntamento, o di mattina o di pomeriggio, a seconda gli impegni di uno o dell’altra, e bruciavano la loro passione tra lumini e la foto del povero defunto.

La scelta del luogo inusuale, ma allo stesso tempo lontano da occhi indiscreti, era l’ideale per coprire la posizione di lui, noto ristoratore, sposato e con figli. E infetti per un certo periodo l’intera vicenda è andata avanti senza destare alcun sospetto, fino a quando un giorno il custode, sentendo dei mormorii provenire da una delle cappelle, allarmato che uno dei visitatori avesse avuto un malore, si è avviato per prestare soccorso. Al suo arrivo non avrebbe mai potuto immaginare di ritrovarsi i due completamente nudi intendi a consumare il loro rapporto.

Sia l’uomo che la donna alla vista del custode si sono subito ricomposti, e senza pronunciare parola alcuna, si sono avviati verso l’uscita.

Quello che viene a mancare di base in questa storia è il rispetto, in primis della donna, che seppur libera di intraprendere una relazione, non ha assunto un atteggiamento adeguato o idoneo nei confronti del suo deceduto consorte; e poi dell’amante, anch’egli in torto nei confronti della moglie e dei figli.