Categorie
Tendenze

Chirurgia plastica: cresce la clientela maschile

I ritocchi preferiti dagli uomini riguardano lo sguardo, da valorizzare e ringiovanire con varie e diverse tecniche.

Potrebbe sembrare un’affermazione un pò strana, ma è proprio vero che il maschio è sempre più narciso della femmina. Usa creme per il viso, cura la pelle e le mani, segue diete ferree, e quando serve non esita a ricorrere al medico estetico o addirittura al chirurgo.

I ritocchi preferiti dagli uomini riguardano lo sguardo, da valorizzare e ringiovanire con varie e diverse tecniche, soprattutto quelle mini-invasive. Secondo i dati dell’Asaps (American Society for Aesthetic Plastic Surgery), nell’ultimo anno vi è stato un incremento di questi trattamenti, da parte degli uomini, pari all’11,4%.

Le tecniche più utilizzate vanno dai filler all’acido ialuronico per cancellare le rughe e ridefinire i volumi di fronte, labbra e zigomi, alla blefaroplastica per contrastare l’abbassamento della palpebra, o ancora il lifting endoscopico per modificare la forma delle sopracciglia. L’offerta di trattamenti è vastissima, ma i prezzi sono ancora molto alti. In questi casi il nemico più grande diventa il fai-da-te, o gli interventi low cost che non offrono le garanzie più basilari per la tutela della salute. Altro rischio sono i viaggi appositamente organizzati con pacchetti all-inclusive che comprendono pure iniezione filler o addirittura alcuni party all’insegna dell’iniezione di bellezza. Quindi possiamo dire che è indispensabile affidarsi solo ed esclusivamente a mani esperte per poter aver un buon risultato e non rischiare danni permanenti o addirittura la vita.