Categorie
Tendenze

Emozioni: percepirle leggendo il corpo

Sapevate che è possibile capire quali emozioni sta provando qualcuno con l’osservazione del suo corpo? Questo è quanto hanno scoperto i ricercatori finlandesi

Emozionarsi vuol dire avere una reazione di fronte ad un evento, ad un particolare atteggiamento di un’altra persona o a un fatto inaspettato.

Quando provate un’emozione vuol dire che siete interessati a ciò che accade attorno a voi e che, per un motivo o per un altro, provate empatia per le persone che vi stanno accanto o che entrano in contatto con voi e che non sempre si accorgono di ciò che state provando. 

Secondo una recente ricerca, però, sembrerebbe che in realtà le emozioni provate da un soggetto siano facilmente comprensibili sebbene non si mostrino in modo manifesto. Da quanto emerso da uno studio condotto dai ricercatori finlandesi e pubblicato su “Proceesings of the National Academy of Sciences” si è capito che i diversi sentimenti sono distribuiti in tutto il corpo e che disegnano una mappatura delle emozioni.

Ciò permette agli altri di percepire le emozioni attraverso il fisico, in quanto lo stimolo di una sensazione corrisponderebbe all’attivazione o no della percezione delle sensazioni che avvengono in determinate aree dell’organismo.

Per la ricerca sono stati presi in esame 700 volontari di etnie differenti chiamati ad indicare le parti del loro corpo nelle quali percepivano gli stimoli durante azioni che suscitavano le loro emozioni.

In questo modo si è scoperto che la tristezza e la depressione provocano una diffusa debolezza, la rabbia aumenta le sensazioni a livello della testa e delle braccia e che il disgusto attacca gola e apparato digerente. Per quanto riguarda l’amore invece, il punto di massima tensione è rappresentato dalle dita e dai piedi, lasciando alla felicità il resto del corpo.

Ciò appare giustificato dal ruolo svolto dalle emozioni che con la loro base biologica, rappresentano degli elementi fondamentali dell’esperienza emotiva, tanto da influenzare sia la mente che il corpo. Questi risultati spiegherebbero anche gli sbalzi di umore che risultano essere collegati alle parti del corpo e condizionano le reazioni dei singoli soggetti.

Fate dunque attenzione al corpo di chi avete accanto e, perché no, approfittatene per rifarvi gli occhi.