Categorie
Notizie

Omicidio-suicidio in Brianza: marito geloso uccide la moglie infedele

Tradimento coniugale confessato e punito con il sangue: è questa l’estrema vendetta di un marito tradito dalla propria moglie infedele in Brianza

Un delitto passionale a tutti gli effetti quello commesso da un uomo della Brianza che ha scoperto l’infedeltà della propria moglie.

Questa è stata la decisione di Vincenzo Zarba, 63 anni, di origini siciliane ma residente a Brugherio, che il 26 gennaio scorso ha aggredito la coniuge di 56 anni, Lucia Bocci, dopo aver saputo di essere stato tradito dalla donna. L’uomo, dopo aver scritto su un biglietto “mi ha tradito”, si è poi tolto la vita in cantina.

A ritrovare i corpi dell’ex imprenditore e della coniuge casalinga è stato il loro figlio maggiore Marco che, recatosi dai genitori perché preoccupato del loro silenzio, ha scoperto la madre ormai esanime in camera da letto e il padre riverso nello scantinato. Alla vista dell’orribile scenario, il quarantenne ha subito avvertito i carabinieri che hanno iniziato le indagini asserendo che il carnefice ha ripetutamente colpito la donna senza tregua.

Per i vicini di casa e i conoscenti, increduli per quanto accaduto, il gesto estremo appare inspiegabile, visto che dalle dichiarazioni rilasciate la coppia appariva tranquilla e affiatata. Sono stati i parenti più stretti invece coloro i quali hanno affermato che Vincenzo e Lucia non erano estranei a lunghe liti di gelosia, che l’uomo iniziava con il pretesto di dimostrare l’infedeltà della donna.

Così come ha raccontato un loro vicino di casa infatti, il marito non lasciava quasi mai sola la moglie alla quale voleva morbosamente bene e che credeva essere spesso infedele e bugiarda. A Brughiero però, Lucia era conosciuta da tutti come una coniuge fedele e una nonna devota ai propri nipoti che per nulla al mondo avrebbe tradito il valore della famiglia né tantomeno il proprio amato compagno, il quale ha cercato di giustificare il proprio gesto con un semplice messaggio scritto.

Si potrebbe parlare di delitto passionale commesso da un uomo talmente legato alla donna che amava e che possedeva, da allontanarla dalle mire di qualsiasi altro possibile rivale, per raggiungerla oltre la morte attraverso il suicidio.

Un amore oltre i limiti che non troverà mai pace nei cuori dei familiari angosciati.