Categorie
Tendenze

Donne agguerrite che sfatano il mito della “brava ragazza”

Se credete ancora che le donne siano il sesso debole della società, leggete le novità sull’universo
femminile pronto a sfatare il mito della “brava ragazza”.

Quante “brave ragazze” sono riuscite a trarre in inganno le persone che stavano loro attorno con i loro modi gentili ed educati? Tantissime e oggi ancor di più prendono la vita con serenità.

Queste ragazze preferiscono la felicità e la spensieratezza alla perfezione, che reputano irraggiungibile e spesso irreale e proprio per questo cambiano orizzonti e mete scegliendo di godere di ciò che hanno a disposizione.

Già da tempo la donna ha rivalutato la propria posizione in società e ha lottato per raggiungere cariche, generalmente occupate da uomini, che prima reputava irraggiungibili, mentre oggi ricopre anche ruoli subalterni.

Le statistiche parlano chiaro e mostrano donne che guadagnano più degli uomini, che conciliano famiglia e lavoro, che danno retta a molteplici impegni e che non si lasciano travolgere dallo stress, ma solo dalla voglia di farcela e di ottenere risultati migliori.

Esse dicono addio al tradizionale mito della “brava ragazza” che le etichettava come persone fin troppo sensibili e tanto fragili da non poter sobbarcarsi impegni di una certa responsabilità. Questo timbro però è lo stesso che limitava le possibilità di azione dell’universo femminile che una volta liberatosene è riuscito a dispiegare le proprie ali e ad avere il coraggio di agire a proprio piacimento.

In questo modo, iniziando a dire di no e dando più fiducia alle proprie potenzialità, si può riuscire ad acquisire una profonda consapevolezza di sé, la stessa che veniva condizionata dalle scelte degli altri e che ora risponde solo al proprio bisogno di sentirsi bene con se stessi. 

Per raggiungere la tanto sperata autonomia e migliorare la propria vita inoltre è importante non fermarsi a cercare la perfezione in amore, nel lavoro e in ciò che c’è attorno, ma è forse meglio regolare le proprie scelte in base al corso degli eventi e come direbbe Steve Jobs, bisogna “essere affamati e folli” per apprezzare ciò che la vita offre. 

Ed è proprio vero ciò che insegna la psicologa tedesca Ute Ehrhardt secondo la quale “le brave ragazze vanno in paradiso, le cattive dappertutto”.