Categorie
Notizie

Una guida sull’innamoramento rende famose due bambine

Successo assoluto sul web per due precoci scrittrici che hanno fatto il giro del mondo grazie alla loro guida sull’innamoramento: vediamo cosa consigliano.

Un utile manuale sentimentale è stata redatto da due bambine americane che sono diventate famose in tutto il mondo dopo che la loro guida sull’innamoramento è stata postata su Internet.

Le due scrittrici in erba dell’età di 8 anni infatti, sono state scoperte dalla loro maestra mentre redigevano una lista di consigli la stessa che l’insegnante ha opportunamente fotografato con il proprio cellulare e inviato al fratello, nonché scrittore americano, Ted Scheinman.

Incuriosito dall’abilità scrittoria delle ragazzine, questo ha ritenuto giusto postare la lista con ben 13 punti su Internet, in modo da divulgarla a tutti gli utenti interessati e non. In questo modo, in pochi secondi, il piccolo e diretto manuale ha fatto il giro del web riuscendo ad ottenere innumerevoli consensi on line.

La “guida all’innamoramento“, così chiamata dalle due bambine, è stata scritta su un fazzoletto di carta, sul quale, con l’inchiostro blu, è ben leggibile un elenco che, secondo il progetto iniziale, prima che le due autrici fossero scoperte, doveva essere formato da 24 punti, ma che è stato interrotto solo a 13.

Secondo la puerile e innocente saggezza delle due bambine, per innamorarsi occorre attuare alcune semplici mosse, senza titubare andando subito al dunque e fare il primo passo con la persona del cuore. 

Per le due autrici bisogna infatti: 

– Prima di tutto fissarlo negli occhi.

– Avvicinarsi all’altro.

– Chiedergli un appuntamento.

– Andare a letto insieme.

Baciarlo succhiando.

– Stare nudi a letto.

– Ballare insieme.

– Fare “naso naso”.

– Barciarsi sempre.

– Fare la doccia insieme.

– Scambiarsi gli anelli.

– Andare insieme in piscina.

Ed ecco che semplicemente la fervida immaginazione infantile trasforma due bambine in potenziali toutor sentimentali che, giungendo al nocciolo della questione, saltano le tappe preventive di un corteggiamento e che, scegliendo la fisicità al romanticismo, mostrano il proprio desiderio di affetto e di protezione, dimostrato dal finale “scambio degli anelli”.

Un sogno da coronare dunque per due pricipessine che aspettano ansiosamente il loro ipotetico principe azzurro, ma che in realtà bruciano le tappe di un’età che andrebbe vissuta con la semplicità infantile, troppo spesso sopraffatta da modelli adulti predominanti. Gli stessi che in qualche modo hanno potuto influenzare il pensiero ingenuo di queste due bambine, attratte da un mondo inadatto alla loro innocenza.

E se preservare dovrebbe essere la parola d’ordine da usare, la storia in questione può servire per lanciare un allarme e per mettere in guardia tutti davanti alla perdita dell’infanzia.