Categorie
Notizie

Coppia di Ischia gira video hard: l’ex lo pubblica per vendetta

Girano un video hard, ma poi lei lo lascia e lui si vendica mettendo il filmato in rete: è successo ad Ischia. “Il Golfo” ne da notizia: sparite tutte le copie

A Ischia un video amatoriale hard, girato da una coppia del luogo, spopola sul web tanto da conquistare le prime pagine del giornale locale: “Il Golfo”.

Il video, della durata di 47 minuti, ha fatto il giro di tutta l’isola: è apparso su uno dei noti canali video a luci rosse diventando nel giro di pochissimo tempo il più cliccato del web, con 17.000 visualizzazioni realizzate in un unico pomeriggio.

Il filmato in realtà sarebbe stato girato solo qualche tempo fa, e la sua presenza su Internet è solo il frutto di una vendetta messa in atto dall’ex della ragazza, che appare in pose succinte, dopo essere stato mollato. Da li a poco è partita la caccia da parte della gran parte degli ischitani, per vedere chi fossero i protagonisti del video incriminato.

Il passaparola insistente su Facebook e altri social è stato tale da attirare l’attenzione della testata locale, che ha pubblicato l’articolo in prima pagina, al cui interno erano presenti alcuni dei fotogrammi che raffiguravano la coppia durante il rapporto intimo, con i volti chiaramente oscurati.

Quello che desta stupore non è tanto il video in sé, o il favore di pubblico ottenuto in pochissimo tempo, bensì il fatto che tutte copie del giornale “Il Golfo”, il quotidiano delle isole di Ischia e Procida che ha riportato per primo la notizia, siano state acquistate da un gruppo di giovani dai 20 ai 30 anni, cosi come asserito da uno degli edicolanti di Ischia Porto. Prima hanno atteso l’arrivo del furgone della distribuzione dei giornali a Pozzuoli, e poi l’hanno seguito, rivendita dopo rivendita, acquistando tutte le copie del quotidiano. Sempre sui social network infatti, era iniziata a circolare la voce che la notizia sarebbe finita in prima pagina. Peccato però che l’azione di raid abbia coinvolto soltanto l’Isola d’Ischia, tralasciando Procida, dove il giornale è stato regolarmente venduto.

L’informazione corre sul filo della rete che ne favorisce una rapida diffusione. Forse chi non doveva sapere rientra tra quella stretta cerchia di individui non avvezzi ad Internet, magari un padre o una madre, o magari si tratta di un rimorso dell’ultimo momento da parte di chi ha agito d’impulso.