Categorie
Consigli

Philofobia: è la paura d’amare, ma si può guarire

La philofobia è la paura d’amare. Ma è possibile risolverla con alcuni semplici accorgimenti che faranno migliorare la nostra vita.

“Un amore, qualunque amore, ci rivela nella nostra nudità, miseria, inermità, nulla”. E’ una frase celebre di Cesare Pavese, un aforisma in cui si mette in risalto come amare voglia dire gettare la maschera che si è soliti mostrare in pubblico.

Ed è proprio questo senso di nudità che è difficile da accettare, ritirandosi in se stessi, dando avvio ad un processo comportamentale che gli esperti chiamano philofobia, ovvero “paura d’amare”. Ma come è possibile risolvere e superare la philofobia?

Innanzitutto è importante non chiudersi in se stessi fuggendo da una nuova opportunità d’amare, perché un comportamento del genere non fa altro che aumentare lo stato d’ansia ed innescare una reazione a catena di paure che si rincorrono rafforzando ancora di più la paura d’amare.

Secondo gli esperti quando si affronta una nuova relazione non si devono guardare solo i possibili aspetti negativi che la relazione stessa potrebbe portare se dovesse arrivare allo sfascio. Ne tanto meno paragonare la nuova relazione a quelle passate. E’ inoltre importante non nascondere le proprie paure, ma parlarne con il proprio partner, così da instaurare quel clima di fiducia necessario affinché la relazione possa andare avanti con serenità.

Ricordate sempre che nessuna storia può essere uguale alla precedente perché nessuna persona è uguale all’altra.