Categorie
Consigli

Vita di coppia: come smettere di cercare indizi sentimentali

Perché vivere alla ricerca di affetto da parte degli altri quando si può farlo godendo dei piccoli gesti che questi concedono? Basta apprezzare ciò che si ha

Sono molteplici le persone che, dopo aver trovato il partner ideale, restano vittime di un circolo vizioso sentimentale che le spinge a ricercare sempre più affetto.

In queste situazioni però non si è coscenti né tantomeno si possiede la giusta dose di lucidità per comprendere che quello che si cerca, si possiede già e che, in realtà, basterebbe solo apprezzare ciò che la persona del cuore offre ogni giorno.

Si innesca così un meccanismo deleterio per la relazione, contornata da continue crisi e da ripetuti litigi che a volte sfociano in separazioni e altre invece in lunghi e concitati silenzi. Tutto ciò accade però solo a causa di una ricerca di soddisfacimento personale che non arriva mai e che, anche dopo la fine di una storia, non riesce ad appagare le esigenze di chi è in cerca.

Per comprendere se si è “affetti” da questo particolare bisogno di affetto, basta ragionare su ciò che si vuole, e capire se, almeno una volta, si è riusciti a trovare il soddisfacimento che tanto si cerca.

– Dopo un’attenta autoanalisi, smettete di osservare il vostro partner o la persona del cuore e di reputarla come se fosse la più insensibile e apatica che esista al mondo. Datele la possibilità di dimostrarvi quanto tenga a voi e alla vostra relazione.

– Invece di cercare indizi sulle emozioni e sui sentimenti che l’altro prova, mettetevi in gioco voi stessi e vivete a pieno il vostro rapporto. In questi casi occorre meno riflessione e più azione!

– Se ancora non siete convinti della sincerità del vostro partner riguardo al sentimento che prova per voi, allora siate quanto il più diretti possibile e prendetelo a quattr’occhi comunicandogli le vostre perplessità.

– Dopodiché, se non noterete alcun miglioramento, dovrete comprendere che il vero problema sta in voi stessi e nella vostra mente che, condizionando il vostro cuore,e non vi permette di agire né di godere della vostra relazione sentimentale.

E forse è proprio questa la molla giusta che deve spingervi a prendere una decisione concreta che non sia passeggera, ma anzi definitiva.