Categorie
Tendenze

Un cane al posto di un figlio: l’ultima tendenza femminile

Posticipare la maternità adottando un cane: questa sembra essere la nuova tendenza diffusasi tra le trentenni che si dicono appassionate di cuccioli animali

“Amore prendiamo un cucciolo?”. Quanti di voi hanno sentito pronunciare una frase del genere dalla propria partner? Ecco spiegato il motivo.

Sempre più donne preferiscono avere accanto a sé un cucciolo di animale da coccolare e di cui prendersi cura, come se fosse un vero e proprio bambino. E più ci si avvicina alla trentina e più questa tendenza sembra colpire le donne appassionate di animali.

Questo è quanto è stato dimostrato da uno studio condotto da “Center for Disease Control and Prevention” degli Stati Uniti, che ha affermato la nuova moda tutta al femminile, di adottare un cucciolo di cane. Le rappresentanti del popolo femminile di età compresa tra i 15 e i 29 anni sarebbero, infatti, più dirette ad accogliere un cane nelle loro vite, piuttosto che un figlio da mettere al mondo e da crescere.

La tendenza sembra essere giustificata da diversi motivi, quali le molteplici responsabilità che un nuovo nato comporta e le altrettante spese da sostenere per la sua crescita. Ma dietro a questo si nasconde anche il senso di insicurezza che a volte assale quelle donne che alla soglia dei 30 anni non si sentono in grado di fare un passo decisivo quale quello della maternità.

Dalle ultime statistiche sembra che siano in calo le nascite, ma non le adozioni di animali e che quindi questo lascia presagire la voglia diffusa di ritardare le nozze o la gravidanza e di non avere figli, assecondando spesso il volere del proprio partner.

In questo modo sempre più donne si mostrano in compagnia del proprio cucciolo, spesso fotografandosi insieme ad esso e a volte suscitando le gelosie del proprio compagno che si sente trascurato. Altre volte, proprio a causa di questa decisione la coppia giunge ad esiti negativi, scegliendo di mettere fine ad un rapporto che non riesce ad andare avanti.

Ma non sembra essere questo il caso, visto che da quanto trasmesso dai ricercatori statunitensi, la tendenza al personal dog sia gradita da tutti quei partner che assecondano in ciò le loro donne e che sperano che prima o poi esse si decidano a dare loro un figlio.

E con questa speranza si ritroveranno a dover prendersi cura del cane e del figlio.