Categorie
Notizie

Nasce in Olanda lo speed dating per donatori di sperma

Dall’Olanda arriva una nuova tipologia di speed dating, rivolta a coloro che vogliono diventare genitori: l’ideatrice, Sarah Costner, spiega in cosa consiste

Chi l’ha detto che gli speed dating servano solo per trovare la possibile anima gemella? Sarah Costner, residente in Olanda, ha infatti cambiato il mondo degli incontri veloci, introducendone una nuova versione, che ha creato qualche dissapore in chi vede questo solo come una sorta di gioco delle coppie.

Questa nuova concezione di incontri lampo si rivolge soprattutto a coloro che hanno un desiderio sfrenato di diventare genitori, ma che tuttavia, non riescono a trovare la persona con cui concepire un bebè. L’iniziativa si rivolge sia ad etero single, ma soprattutto ad omosessuali, ovvero a tutti quelli che vogliono incontrare persone dello stesso sesso con cui vivere, allevando insieme il loro bambino.

Ovviamente questi incontri hanno solo una funzione conoscitiva: un primo passo in quella che potrebbe essere una scelta importante, che condurrebbe ad un cambiamento radicale nel proprio stile di vita. «Noi diciamo che l’unica decisione che si prende in fretta è se scambiarsi l’indirizzo mail – afferma l’ideatrice Sarah Costner durante un’intervista – , ma poi si procede molto lentamente. Si va da un avvocato e si incontrano le rispettive famiglie per fare davvero la scelta giusta».

Di conseguenza solo l’approccio è rapido, il resto avviene con calma, come conseguenza di una scelta ben ponderata, maturata nel tempo, durante il quale il rapporto tra le due persone, di cui una funge da donatore di sperma o di ovulo, non è più quello tra due perfetti sconosciuti.

Chi ha preso parte a questa tipologia insolita di speed date si è dichiarato soddisfatto e propositivo a voler continuare. «Ho avuto una conversazione con 10 persone e con 3 di loro mi sono trovata bene, quindi voglio continuare» ha asserito una delle partecipanti.

Sembra che questo tipo di appuntamenti, anche se non consoni, abbiano avuto un riscontro positivo in chi ha partecipato, tanto che il primo bambino, concepito da una donna single e una coppia gay, è atteso per questa estate.

Qual è il vostro giudizio in merito a questa iniziativa: siete a favorevoli o contro?