Categorie
Notizie

Ragazza gira il video del suo aborto e lo condivide

Una ragazza americana di 25 anni, Emily Letts, ha girato il video del suo aborto avvenuto in una clinica: il filmato ha suscitato l’indignazione di molti

Sta facendo il giro della rete sollevando l’indignazione degli internauti il video girato dalla giovane 25enne americana, Emily Letts, del New Jersey, le cui immagini la ritraggono durante uno dei momenti maggiormente delicati nella vita di una donna: l’interruzione di gravidanza.

Il video è stato girato in realtà qualche mese fa, ma ha avuto maggiori attenzioni solo adesso, in seguito all’intervista che Emily ha rilasciato alla rivista “Cosmopolitan”, a cui ha raccontato la sua storia. La giovane ha voluto girare questo filmato, che ha successivamente condiviso su Facebook e Youtube, per dimostrare come “esista una storia positiva sull’aborto”.

Il paradosso è che Emily lavora come consulente in una clinica abortiva, la Cherry Hill Women’s Center, in New Jersey, ed ha scoperto di essere incinta solo a novembre. È lei stessa a confessare di non aver usato scioccamente delle precauzioni, nonostante ogni giorno, invita gli altri ad adottare contraccettivi, onde evitare di trovarsi davanti a delle gravidanze indesiderate.

La sua scelta di voler interrompere la gestazione è stata immediata: quando ha scoperto di aspettare un bambino era già incinta di circa due/tre settimane. Il suo primo atto è stato quello di chiamare il suo capo per fissare un appuntamento. L’intenzione iniziale era quella di voler ricorrere alla pillola RU486, per poi raccontare la sua storia in un blog, ma in seguito ad una ricerca si è resa conto dell’esistenza di un video in merito all’argomento dove una donna si filmava mentre prendeva la pillola abortiva, per dimostrare come non ci fosse nulla di doloroso e di come fosse convinta della sua scelta. Quando si è resa conto della mancata esistenza di video che riprendevano aborti chirurgici, ha deciso di girare il suo.

«Avrei potuto prendere la pillola – racconta Emily – ma volevo fare quello che le altre donne hanno più paura di fare. Volevo mostrare che non è una cosa paurosa, e che può esistere una storia positiva sull’aborto. È la mia storia».

La visione del video, in cui non viene mostrato nulla di cruento, ha creato una scissione: da una parte coloro che sono contro l’aborto, i quali hanno fortemente criticato la scelta della giovane con aspri giudizi, dall’altro molte donne che hanno vissuto la stessa situazione, sentendosi in colpa per il gesto compiuto, le quali hanno trovato nella testimonianza di Emily un po’ di conforto.

Qual è invece il vostro giudizio su questo argomento cosi delicato?