Categorie
Tendenze

Magic gap: lo spazio tra le gambe piace o no?

Direttamente dall’America arriva “magic gap” l’ultima tendenza in fattore di bellezza che però mette a rischio la salute di numerose inconsapevoli donne

La rete cosi come i social network continuano a sfornare mode che per molti degli internauti si trasformano in veri stili di vita da condividere e mettere in mostra con gli altri. Oggi sembra che ciò che conta sia apparire, non importa il come, l’importate è che si parli di sé.

Quelle che preoccupano maggiormente però, sono quelle mode che riguardano l’aspetto fisico a cui sono avvezze soprattutto le adolescenti, le cui menti sono facilmente labili e influenzabili.

L’ultima ossessione in questo campo si chiama “magic gap”: in realtà è da qualche tempo che ne se parla, soprattutto in America, ma oggi sta prendendo sempre più piede tra le giovanissime e non anche nel resto del mondo. Ma in cosa consiste? È quello spazio o distanza che si crea tra le gambe, la cui forma sembra assomigliare a quella di un diamante, e che viene considerato simbolo di bellezza e perfezione fisica.

Contrariamente però a quello che possono pensare molte giovani menti, la distanza tra le due gambe può presentarsi non solo su soggetti magri, ma anche in quelli più in carne, in quanto dipende per lo più, così come dichiarato da alcuni medici a cui è stato chiesto un parere, dalla conformazione del bacino e del corpo di una persona.

Il problema è che il messaggio non è stato recepito e molte donne tendono così a perdere peso e massa muscolare pur di raggiungere il tanto agognato magic gap, ottenendo però nel contempo dei gravi problemi per la propria salute. Esistono addirittura dei centri estetici che aiutano le proprie clienti a raggiungere la desidera distanza tra le gambe: i risultati vengono poi condivisi attraverso delle foto dalle stesse protagoniste, in cui si mostrano ritratte prima e dopo il trattamento.

Questa ricerca della bellezza e della magrezza da parte delle donne è divenuto ulteriore elemento di discussione a causa di un video diffuso nella rete intitolato The Magic Gap, diretto da Guy Aroch: si tratta di un cortometraggio che fa parte di una serie di video che sono stati raggruppati sotto l’hashtag #Definebeauty in cui viene descritta la bellezza. Nel video le protagoniste, tutte modelle dal calibro di Alyssa Miller e Elsa Hosk, non vengono mai mostrate in viso, ma la telecamere si concentra sul loro gap messo in evidenza da shorts cortissimi o pantaloni strettissimi.

Il video è stato considerato pericoloso perché mostra un modello di bellezza lontano dalla vera realtà, soprattutto in questo periodo storico in cui sono tanti i giovani che palesano evidenti problemi di alimentazione.

Quello che lascia perplessi è: ma cosa c’è di magico in qualcosa che non è affatto salutare? A voi l’ardua sentenza.