Categorie
Tendenze

Sindrome da crocerossina: meglio evitare

Troppe attenzioni possono far male al rapporto e curarlo non è sempre facile, ma meglio non esagerare troppo con le medicazioni da donna crocerossina

Più dai e più avrai è una massima che non sempre riscuote successo e non sempre offre dei benefici, soprattutto in un rapporto di coppia dove l’equilibrio deve essere alla base.

Sarebbe meglio dire tanto si da e tanto si dovrebbe ricevere dalla persona che si ama e si vuole al proprio fianco per stabilire o ristabilire l’armonia che funge da legante della relazione. Si sbaglia spesso proprio su questo punto del rapporto, perché si da per scontato che in ogni caso, in amore prevalga sempre l’altruismo e la comprensione per l’altro, senza riflettere che nella maggior parte dei casi a vincere è l’egoismo.

Procedendo con i piedi per terra e mantenendo la propria dignità, è dunque fondamentale cercare di miscelare i due atteggiamenti che insegnano a non essere né troppo apatici né, altresì, diventare delle vere e proprie donne crocerossine pronte a correre per il proprio partner senza alcun reale motivo né esigenza.

Sono ancora molte le donne che si mostrano disposte a mettere al primo posto il proprio uomo e a sminuire le loro esigenze pur di soddisfare i bisogni della persona che amano. Queste affette della cossiddetta sindrome da crocerossina giungono ad accettare dei compromessi al fine di stare bene con se stesse e con il proprio partner che approfitta di tanto interesse rivoltogli.

In un primo momento questo atteggiamento appare utile alla creazione di un terreno fertile sul quale poter coltivare il rapporto di coppia, ma poi a lungo andare, ci si accorge che qualcosa va stretto e che troppe attenzioni spingono entrambi i partner ad allontanarsi.

Ancor di più, può accadere che mentre la crocerossina è impegnata a prendersi cura del proprio uomo, questo disinteressato e ormai fin troppo sicuro della sua donna, dirige altrove le sue mire senza farsene accorgere o, viceversa, si abitua a quella routine sentimentale che può compromettere la vitalità della relazione.

I motivi che spingono una donna a comportarsi in modo altruistico e protettivo con il proprio uomo variano in base alle singole esperienze individuali, anche se tutte accomunate dalla voglia di vedere sorridere chi si ama per poter trarne un appagamento personale e sentirsi soddisfatti di aver compiuto una buona azione.

I due aspetti possono sussistere, basta solo non esagerare né verso l’una né verso l’altra direzione.