Categorie
Consigli

Tradimento gay: come reagire?

Sono molteplici i motivi che possono spingere ad un tradimento, tra di questi vi possono essere quelli di natura omosessuale: come reagire?

Le relazioni extra-coniugali sono ormai all’ordine del giorno, e possono verificarsi sia all’interno di un rapporto duraturo e di vecchia data, sia all’interno di storie appena sbocciate.

Le cause che portano ad un tradimento possono essere svariate: a volte, paradossalmente, non si tratta di mancanza di amore nei confronti della propria metà, ma più semplicemente di un bisogno o un’esigenza di uscire dalla solita routine e di provare nuove esperienze. Altre volte capita di invaghirsi di un’altra persona che inizia ad occupare ogni singolo pensiero, fino a far nascere il desiderio di averla. In alcuni casi si tratta di una naturale conseguenza di una crisi di coppia.

Insomma i motivi che possono portare ad un tradimento sono svariati, e tra questi ve ne sono alcuni impensabili, come quello di natura omosessuale. I tradimenti omosessuali vengono compiuti per curiosità e per approcciarsi in modo differente all’attività sessuale, altri invece scaturiscono dal bisogno di una persona di esternare la sua vera natura, molte volte offuscata e celata da un finto matrimonio.

Sono molte le persone infatti, che rifiutano o hanno paura di svelare i propri gusti sessuali, e per questo motivo vivono una bugia, in cui purtroppo però, a volte egoisticamente, coinvolgono altre persone, come coniugi e figli.

Il modo di reazione davanti ad un tradimento omosessuale cambia da uomo a donna. Gli uomini infatti non considerano il tradimento della propria donna con un’altra un vero e proprio tradimento, e sono più propensi a perdonare. Per le donne invece una scoperta di tal genere comporta un senso di solitudine e abbandono. Diventa così più difficile accettare la realtà poiché ci si pone diverse domande su di sé, sulle proprie capacità e su non l’aver colto subito i segnali di tradimento e di una presunta omosessualità del partner.

Non è sempre facile superare questo tipo di tradimento, per il quale i sentimenti provati, sono affini a quello “classico”: rabbia, vergogna, dispiacere, incredulità. La soluzione migliore è quella di parlare per capire la strada che si vuol percorrere: ci sono coppie che decidono di stare comunque insieme per amore dei figli. Ma può questa essere la soluzione giusta quando comporterebbe il continuare a vivere in una bugia? Sicuramente no. La menzogna non è mai la via migliore, perché prima o poi la verità viene a galla: la sincerità è la chiave di tutto, la stessa che avrebbe potuto evitare il tradimento a priori.

Qual è la vostra opinione in merito l’argomento? Avete esperienze da raccontare e condividere, anche se non vissute in prima persona?