Categorie
Tendenze

Parlare da solo fa bene al cervello

Se siete soliti parlare da soli e lo fate anche in pubblico non preoccupatevi e non date agio a chi vi critica, visto che è il vostro organismo che ve lo chiede

Parlare fa bene alla mente e al cuore, sia se lo fate in compagnia della persona che vi piace che se preferite spesso farlo da soli.

Parlare a voce alta da soli non è più un problema, né tantomeno indica la presenza di disturbi mentali, ma rappresenta un meccanismo naturale e biologico messo in moto dallo stesso cervello.

Quando la vostra mente è carica di stress e messa sotto pressione, infatti, vi lancia dei segnali indiretti allo scopo di attirare la vostra attenzione e farvi capire che ci vuole una pausa rigenerante. In questi casi, invece di pensare a mente, si è soliti parlare e ragionare a voce alta, mostrandosi agli altri come una persona squilibrata e poco cosciente.

Ma, in realtà, non state facendo nulla di sbagliato dando retta al vostro organismo che vi da istruzioni attraverso voi stessi, utilizzando la vostra voce e il vostro cervello. Quando si parla da soli, infatti, si riesce a trovare quella forma di incoraggiamento di cui si ha bisogno in un determinato momento o quel senso di controllo delle emozioni e delle azioni. 

Così come si farebbe in presenza di un’altra persona, si espone il problema, cercando di trovare una soluzione a voce alta. Proprio per questo motivo, questo meccanismo reputato anomalo è in verità un mezzo di autocontrollo e di riflessione attiva e aiuta a ridurre gli atteggiamenti impulsivi e a far ragionare invece di agire subito.

Parlare con se stessi appare utile, inoltre, ad acquisire sicurezza in se stessi e a migliorare i rapporti con gli altri, fungendo da vera e propria palestra personale. Questo è infatti una tecnica utilizzata anche in campo terapeutico al fine di potenziare l’autostima e il rispetto per se stessi. Questo dovrebbe stimolare tutti a parlare da soli a voce alta più spesso e a farlo anche in pubblico, senza timore alcuno e senza dover dare spiegazioni a nessuno.

Dopo aver chiarito questo, non permettete a nessuno di giudicare la vostra inconsueta voglia di parlare soli, ma anzi fategli capire di essere loro in errore e di far parte di quella sfera sociale che non ha ancora compreso l’utilità di questo comportamento.