Categorie
Notizie

Catania: fidanzate allontanate da un lido a causa di un bacio

Una coppia di fidanzate catanesi è stata allontanata da un noto lido della Playa, in quanto colpevoli di essersi scambiate un bacio davanti gli altri bagnanti

Due giovani fidanzate catanesi, sono state allontanate da un noto lido del litorale della Playa, per essersi scambiate un bacio in spiaggia davanti ai bagnanti presenti.

Distese al sole, in quella che doveva essere una semplice giornata di relax, le due ragazze si sono semplicemente abbracciate e avvicinate per scambiarsi un bacio, com’è consono fare per tutte le coppiette.

Un semplice bacio a stampo però, ha istigato il pudore dei vicini di ombrellone, che in quel gesto, hanno visto un atto illecito. Qualche istante dopo infatti è arrivato un uomo della sicurezza che ha invitato la coppia a comportarsi decorosamente, e non contento, è ritornato di nuovo per invitarle a spostarsi in un posto più appartato “per fare le loro cose”, in quanto quello era l’area destinata a coloro che avevano una cabina.

Le due giovani hanno preso quello solo come un vile pretesto di allontanamento, e cosi umiliate e costernate hanno deciso di abbandonare la spiaggia sotto gli occhi accusatori dei presenti. Prima di andare però, sono passate davanti la cassa dove hanno spiegato l’accaduto e il perché stavano andando via. Purtroppo anche lì non hanno avuto alcun riscontro né gente pronta a scusarsi per quanto successo.

L’accaduto però ha avuto subito risalto in rete: un cugino delle due infatti, dopo aver ascoltato la storia, ha espresso la sua indignazione nella sua pagina Facebook. Il suo sfogo è stato così notato da un attivista catanese, Andrea Miluzzo, che dopo aver letto il post, denuncia l’accaduto in una della pagine da lui gestita, chiedendo un “boicottaggio delle attività commerciali che si dimostrano offensive della dignità umana”.

Arriva presto la risposta da una delle dipendenti del lido che sul social scrive: “Stabiliremo responsabilità del personale. Siamo certi che il nostro personale è intervenuto, su segnalazione di altri clienti dello stabilimento, per far rispettare esattamente gli stessi criteri di comportamento pubblico che pretendiamo da qualsiasi coppia eterosessuale”.

L’amministratore della proprietà, Daniele Micci, si difende dalle accuse di omofobia attraverso il regolamento, affermando che vi sono delle regole di decoro da rispettare che riguardano anche le coppie eterosessuali, e che in merito l’allontanamento dalla zona, le ragazze dovevano solo spostarsi nell’aerea riservata ai clienti con biglietto giornaliero, dato che quella in cui si trovavano era l’area destinata ai clienti con le cabine. “Noi non allontaniamo le persone ma ci preoccupiamo della sensibilità di tutti”.

Forse in questo caso però, un po’ di sensibilità in più è mancata proprio nei confronti delle due ragazze.

Una situazione del genere si sarebbe verificata anche se si fosse trattata di una coppia etero? A voi la sentenza.