Categorie
Tendenze

Le tecniche di approccio utilizzate da una donna

Oggi è normale vedere una donna compiere il primo passo cercando di avvicinare un uomo. Purtroppo però non tutte le tattiche sono vincenti: vediamo perchè

L’emancipazione femminile ha portato innumerevoli cambiamenti: se in alcuni ambiti però c’è molto da fare, in altri è stato fatto troppo, è anche male.

Cosi in questi ultimi anni, complice la diffusione di certi programmi televisivi, le relazioni tra uomo e donna sono mutate: oggi assistiamo ad un’inversione dei ruoli dove la donna è cacciatrice e l’uomo preda.

Ci sono donne che si lamentano della mancanza di uomini di vecchio stampo e della cara cavalleria, ma in realtà non è difficile assistere all’approccio di una signora che si appresta a conquistare un uomo compiendo il primo passo. In verità non c’è nulla di male, però, come per gli uomini, vi sono tecniche funzionanti, e altre che invece si rivelano deludenti. Stiliamo una classifica di alcune di quelle “peggiori”:

Fare l’uomo. Ci sono donne convinte che per conquistare un uomo basta comportarsi come loro, con annesso di rutto libero e ariette. La realtà invece è ben diversa: queste sono “qualità” che un uomo può vedere al limite in un’amica, ma difficilmente nella propria donna, soprattutto se con la stessa non ha raggiunto una certa intimità.

Ostentare intelligenza. Il tentativo di alcune signore di apparire ancora più intelligenti di quello che sono, può rivelarsi un’arma a doppio taglio per due motivi: il primo perché per alcuni uomini potrebbe essere troppo, tanto da farli scappare, mentre per quelli più colti si tramuterebbe in una sorta di competizione. Al primo approccio è consgliabile non essere troppo saccenti.

La sfacciata. Dato che il gentil sesso è stato ormai abituato a pensare (per ovvi motivi) che gli uomini preferiscono andare dritto al sodo, fanno di tutto per giungere all’obiettivo finale. In realtà anche da questo punto di vista alcune cose sono cambiate, e a volte l’uomo si sente inibito da una donna troppo esplicita e diretta, tanto da portarlo a non concedersi subito.

Quella che se la tira troppo. Una volta scagliata la pietra è inutile nascondere la mano. Una donna che riesce ad attirare un uomo, ed è brava ad invertire nuovamente i ruoli, in modo che sia lui a corteggiarla, è sicuramente un’abile giocatrice. Il problema si pone nel momento in cui tira un po’ troppo la corda: non concedendosi subito stanca l’uomo che a sua volta non si sente tanto desiderato e decide di mollare la presa.

Quando volete fare la prima mossa la carta vincente è sempre quella di essere voi stesse, e se dovesse andar male poco importa: vuol dire che non era esattamente l’uomo giusto per voi.

Donne avete mai approcciato un uomo per prime? Che tattica avete utilizzato? E uomini siete stati mai avvicinati da una donna per primi? Che ne pensate?