Categorie
Notizie

Love Life: troppo espliciti contro l’AIDS

Prevenire è sempre meglio che curare e nel caso della prevenzione contro l’AIDS fa sempre comodo essere informati in tempo e lo si può fare senza esagerare

Da anni procede la lotta contro l’AIDS, ma non sempre gli strumenti usati per sensibilizzare risultano essere idonei così come è accaduto in un recente spot sulla prevenzione.

É accaduto in Svizzera, dove la nuova campagna televisiva “Love Life”, lanciata per sensibilizzare la prevenzione contro la trasmissione di malattie legate al sangue non ha avuto esiti positivi, ma ha raccolto solo critiche e lamentele.

Secondo l’opinione pubblica infatti, lo spot risulterebbe troppo esplicito e diretto e le immagini mostate in esso sarebbero troppo volgari e scabrose e quindi inefficaci allo scopo primario.

In poco più di un minuto, il filmato mostra ragazzi che vivono liberamente la loro sessualità senza interessarsi dei giudizi altrui, ma solo delle conseguenze che possono sorgere da rapporti non protetti. In questo modo però il reale fine del video è passato in secondo piano, sottomesso dalle molteplici voci contrastanti che hanno visto in esso solo volgarità e trasgressione.

Il tema di fondo risulta essere di estrema attualità, visto che ancora oggi si continua a lottare per sconfiggere il virus dell’HIV che provoca numerose morti tra i malati di AIDS. Sensibilizzare è divenuto ormai un dovere che però incontra ancora numerosi ostacoli e limita la diffusione di insegnamenti utili soprattutto ai più giovani.

Sono molti infatti i soggetti che ancora disconoscono le conseguenze a causa dei numerosi tabù imposti dalla società, gli stessi che hanno generato polemiche attorno allo spot sessualmente esplicito. Se da un lato però le critiche possano dare fastidio, dall’altro per sensibilizzare non occorre per forza essere diretti, ma raggiungere le menti più condizionabili con messaggi semplici e chiari.

Come in ogni cosa, infatti, anche in questo caso bisognerebbe mantenere un equilibrio capace di colpire il cuore di tutti e di non compromettere l’efficacia del messaggio che in questo caso è andato perduto nei meandri delle inutili controversie che causano spesso discriminazione.

La morale è comunque chiarae insegna a dar poco conto alle voci e a fare attenzione anche nel momento in cui si ama.