Categorie
Tendenze

Anche gli uomini fingono a letto

Sono solo le donne capaci di simulare il proprio piacere sotto le lenzuola? In realtà, secondo un sondaggio, anche molti uomini sono in grado di fingere

Si è sempre creduto che siano le donne le uniche capaci a mentire sotto le lenzuola, simulando il piacere.

Diversi studi e ricerche hanno inoltre dimostrato come ciò sia effettivamente possibile, e anche il cinema non è rimasto immune, influenzando la cultura generale: a tal proposito è celebre la scena in cui una giovane Meg Ryan, protagonista del film “Harry ti presento Sally”, a sostegno del fatto che a volte le donne bluffano durante un rapporto, finge un perfetto orgasmo mentre si trova comodamente seduta in una caffetteria.

Le carte in tavola però sembrano essere cambiate, in quanto secondo un sondaggio pubblicato su Time Out New York, non sono solo le donne a fingere, ma anche gli uomini. Su un campione di 1000 volontari, il 39% degli intervistati infatti, ha ammesso, e nemmeno tanto raramente, di simulare. Inoltre quelli maggiormente soggetti ad interpretazioni da Oscar sembrano essere per lo più i divorziati, che tendono ad enfatizzare ancora di più il godimento, in quanto maggiormente propensi a relazioni fallimentari alle spalle.

Il motivo della simulazione non è difficile da capire: come spiegano gli esperti infatti, più che dare delle spiegazioni alla propria partner, mettendo magari in evidenza eventuali problemi, aumentando cosi anche l’ansia da prestazione, preferiscono inscenare qualcosa che in realtà non sta accadendo. Tra le motivazioni più comuni rientrano la stanchezza, lo stress, l’aver bevuto.

Come fa una donna a non accorgersi di nulla? Molte volte il tutto viene facilitato dall’utilizzo di contraccettivi: basta emettere qualche gemito, cambiare espressione del viso, tendere i muscoli per poi rilassarli, e il gioco è fatto. Ad ogni modo l’espressione biologica dell’atto sessuale maschile può essere collegato ad un reale piacere fisico, che però può essere espresso anche in altri modi, come gesti o parole.

Nonostante queste nuove “confessioni”, le donne continuano comunque a detenere il record, dato che una su quattro è propensa a fingere. La verità è che certi argomenti sono ancora tabù tra i due sessi: un dialogo aperto e costruttivo sulla propria sessualità permetterebbe di abbattere ogni barriera o muro, in modo da non essere costretti a fingere, raggiungendo con serenità il piacere fisico e mentale. Siete d’accordo?