Categorie
Consigli

Avere rapporti dopo una lite: giusto o sbagliato?

Qual è la soluzione migliore che mette fine ad ogni diverbio nato all’interno di una coppia? Avere rapporti intimi con il proprio partner. Ma quando farlo?

“L’amore non è bello se non è litigarello” cita un noto proverbio: del resto pensate che noia sarebbe un rapporto senza qualche piccola scaramuccia o diverbio.

Certo se poi il litigio diventa cronico, allora c’è un problema di base all’interno del rapporto che sarebbe opportuno risolvere. Diffidate di chi decanta di una relazone idilliaca: a volte si tenta di celare la vera realtà o semplicemente si mente a se stessi convincendosi di un qualcosa che in realtà è l’esatto contrario.

Ad ogni modo qual è la soluzione che fa tornare il sereno dopo una “violenta” discussione con la propria metà? Fare l’amore ovviamente: entrambi i partner infatti escono appagati e soddisfatti. È il passo che corona la fine di un litigio e che segna nuovamente la riconciliazione con il proprio partner e con il proprio io. Quando si litiga infatti si accentuano i movimenti, i gesti, si alza la voce e ci si destabilizza: lo scambio di effusioni diventa così un modo per riappacificare lo spirito con il fisico, il cui processo è facilitato dalla produzione di endorfine, che vengono stimolate dal piacere.

Importante: non dovete scambiare l’atto sessuale come un’alternativa al chiarimento. Bisogna parlare con la propria lei o il proprio lui, non lasciare discussioni irrisolte, e soprattutto bisogna considerare la copulazione come la ciliegina sulla torta che mette fine ad ogni astio, e segna un nuovo inizio.

Ma in realtà c’è anche chi usa questo escamotage in modo assolutamente egoistico. Il primo caso si verifica quando per vendetta solo uno dei partner (colui o colei che in ogni caso pensa di aver comunque ragione) cerca di raggiungere il proprio piacere, non tenendo conto delle esigenze dell’altro. Nel secondo caso invece, un partner si sottomette volontariamente all’altro eseguendo ogni sua fantasia, solo per raggiungere i propri interessi, come per esempio il perdono (in questo caso si è solo guidati dal senso di colpa). 

Ognuno vive il rapporto sessuale alla fine di un litigio in maniera differente: chi in modo dolce, chi irrazionale, chi selvaggio, e cosi via. L’importante è non dimenticare il rispetto che si deve aver comunque per la persona con cui si sta sia prima, durante, che dopo la copulazione. E voi in che modo vi chiarite dopo un litigio con la vostra metà?