Categorie
Tendenze

La scelta del partner influenza la carriera personale

Meglio un partner apprensivo e una carriera modesta o restare single e ottenere il successo professionale? Scopriamo come amore e lavoro siano collegati

Nella coppia l’amore e la comprensione sono le basi che solidificano un rapporto sentimentale e che lo rafforzano ogni giorno di più.

Ma proprio in amore un ruolo importante è giocato anche dal successo professionale che può incidere sia positivamente che negativamente la serenità di una relazione di coppia. Questo accade quando non si riesce a mantenere l’equilibrio tra le due sfere, quella sentimentale e quella professionale, e quando una prevale sull’altra e viceversa.

Saper miscelare amore e lavoro è fondamentale, e la scelta del partner può influire sul futuro della storia e sulla tranquillità che ne può derivare. Proprio per questo è importante essere chiari sin dal principio, sia con se stessi che con la persona che si vuole avere accanto, in modo da evitare inutili fastidi e litigi, che seppur costruttivi possono lacerare la relazione.

Sembra che avere accanto un partner coscienzioso aiuti ad avere successo in campo lavorativo, così come dimostrato dai ricercatori della Washington University di St. Louis che hanno condotto uno studio, secondo il quale la personalità del partner influenzi molti fattori quotidiani che consentono di affrontare al meglio la giornata lavorativa e, di conseguenza, di ottenere maggiori possibilità di successo professionale.

La ricerca, destinata ai lettori della rivista “Psycological Science”, ha dimostrato che lavoro e relazione di coppia sono collegati tra loro, visto che dall’analisi durata 5 anni di circa 5 mila lavoratori tra i 19 e gli 89 anni, è scaturito che la coscienziosità del proprio partner risulta determinante al fine del successo lavorativo.

Questo aspetto assume un’importanza particolare per il benessere del partner che lavora e di conseguenza anche per quello della coppia, che ne riceve dei benefici. L’assunzione di tale atteggiamento serve infatti a limitare lo stress e ad ottenere maggiore comprensione da parte del proprio compagno, che riflettendo di più diventa tollerante.

Il tutto è manipolato dalla propria forza di volontà e dall’uso della coscienza che regola i meccanismi fisiologici e caratteriali del singolo soggetto. Dirigersi verso chi si ama in modo del tutto sereno e naturale, concede una possibilità di sopravvivenza all’interno della relazione.

Che ne pensate?