Categorie
Tendenze

Gli uomini con la pancia durano di più: svelato il segreto

Secondo una ricerca, che arriva direttamente dalla Turchia, gli uomini con la pancia hanno una durata maggiore durante un rapporto e soddisfano di più le donne

“Uomo di panza, uomo di sostanza?” Sembrerebbe proprio di si, soprattutto sotto le lenzuola. E già, perché ci sono diversi vantaggi nello scegliere un uomo con qualche chiletto in più, soprattutto se si è desiderose di prestazioni che durino un po’ più del normale.

A dimostrarlo è uno studio che arriva direttamente dalla Turchia, condotto dall’Erciyes University: secondo i risultati emersi infatti, sembrerebbe che gli uomini con la pancia durino di più. Si parla di un totale di 8 ore in più, complessive e annuali, rispetto alla durata normale degli uomini magri.

Che le donne ultimamente abbiano espresso maggiore interesse per gli uomini in carne e con la famosa “tartaruga rovesciata”, come simpaticamente si suol dire, era cosa nota, ma sicuramente i risultati dello studio, porteranno ad un’attrazione ancora maggiore. Considerando infatti le 8 ore complessive, sempre secondo lo studio, le donne sono portate a provare maggiore piacere, riuscendo oltretutto ad avere nel corso dell’anno una media di 100 rapporti.

Ma qual è il vero segreto che si nasconde dietro a questa ricerca? L’arcano sembrerebbe celarsi nel tessuto adiposo dell’addome, che in base a quanto dimostrato, produce, estradiolo, un ormone in grado di far durare di più il rapporto sessuale ritardando nel contempo l’orgasmo. In sostanza più si ha grasso depositato presso la zona addominale, ma anche in altre parte del corpo, e più il rapporto sarà lungo e soddisfacente.

Come ha fatto il gruppo di ricercatori ad arrivare a questa conclusione? Gli scienziati turchi hanno studiato per un anno e mezzo un campione di 200 uomini, rapportando il loro indice di massa corporea con le prestazioni sessuali. Sulla base dei dati ottenuti hanno poi tratto le conclusioni sovraesposte.

Siamo entrati forse nell’era in cui la pancetta è diventata motivo di attrazione sessuale? Che ne pensate? Siete scettici oppure credete che possa esserci davvero un relazione tra la propria “ciccia” e la durata della propria prestazione come indicato dalla ricerca?