Categorie
Notizie

Chiamano la figlia “Nutella”, ma il Tribunale si oppone

Due coppie francesi vogliono chiamare le loro figlie “Nutella” e “Fraise”: il Tribunale di Valenciennes della Francia non è d’accordo con le scelte dei genitori

Come chiamare un figlio?

C’è chi sceglie un nome più tradizionale come Alice e Matteo, chi invece opta per quelli dei rispettivi genitori, e poi ci sono quelli che si lasciano ispirare dai personaggi del momento, come per esempio Belen.

Ma c’è chi fa di più, e nel cercare di dare un nome particolare ed originale, ma anche unico, si lascia un po’ prendere la mano, esagerando. Ed è proprio quello che è accaduto a due coppie, che si sono viste rifiutare dal Tribunale di Valenciennes, città del Nord della Francia, i nomi che avevano scelto per le proprie figlie. Due opzioni del tutto discutibili: nel primo caso infatti, si trattava della più nota crema spalmabile al mondo, ovvero Nutella.

Cosi quando la prima coppia si è recata al Comune per registrare il nome della figlia, l’ufficiale dello stato civile si è dimostrato titubante, e ha chiesto il parere del Procura della Repubblica, che a sua volta si è rivolta al Tribunale della famiglia, che alla fine ha rigettato la richiesta dei neo genitori. Il motivo? Semplice e ovvio: il nome Nutella potrebbe attrarre lo scherno da parte degli altri bambini e nel contempo creare problemi nella vita e nel processo di crescita del bambino.

Alla fine la corte ha accettato che la coppia chiamasse la propria figlia semplicemente “Ella”, che comunque è sicuramente molto meglio della prima scelta.

Nel secondo caso invece, la coppia voleva chiamare la propria figlia “Fraise”, ovvero Fragola: come per il primo caso anche in questa situazione la richiesta è stata rifiutata in quanto la bambina poteva attrarre osservazioni sgarbate da parte di altri. In conclusione hanno scelto di chiamare la bambina “Fraisine”, un nome che risale al 19esimo secolo.

Entrambi i casi dimostrano come a volte i genitori non prendano sul serio l’importanza della scelta di un nome e non ponderino l’influenza che lo stesso possa avere durante la vita del loro figlio. In Italia tra gli esempi più annoverati in questo senso abbiamo quelli che hanno deciso di chiamare il proprio figlio Campo Santo o la propria bambina Vittoria Azzurra in memoria dei mondiali del 2006.

Qual è il nome più strano che avete sentito o che non dareste mai ad un bambino?