Categorie
Tendenze

Gli opposti si attraggono: vero o falso?

Gli opposti si attraggono ed è vero che in amore così come in fisica le differenze alimentano il sentimento che fa di base ad una passione. Provare per credere.

L’amore è una reazione fisica che attrae gli opposti e che spesso respinge gli amanti simili e, così come per due forze opposte, muove le fila della vita sentimentale di chi si innamora.

Essere diversi vuol dire avere la possibilità di confrontarsi con un carattere diverso dal proprio; di condividere pulsioni, sentimenti e stati d’animo differenti da quelli che si provano e, soprattutto, significa avere un modo per comprendere i propri pregi e i propri difetti e distinguerli da quelli di chi vi circonda. Allo stesso tempo, essere simili in amore significa comprendere ciò che l’altro sente e cercare di darsi totalmente a beneficio sia di se stessi, sia di chi si ama.

Due prospettive diverse quelle qui esposte che, però, fanno parte di uno stesso emozionante sentimento, quello, appunto, che fa battere il cuore, fa brillare gli occhi e rende folli, tanto da far pazzie per conquistare la persona del cuore. Ed è vero infatti che sia in coppia che nei nuovi incontri, le differenze rendono irresistibili le persone che decidono.

Fermatevi un attimo e riflettete su quante di quelle volte avete cercato di carpire il carattere di una nuova conoscenza, osservandone gli atteggiamenti e soffermando la vostra attenzione sulle differenze che la rendono diversa da voi stessi. Ed è da queste differenze che vi siete resi conto che quella persona vi avrebbe completati, vi avrebbe offerto un’opportunità per migliorare voi stessi e vi avrebbe permesso di capire cosa volevate realmente.

Questo è scientificamente provato anche dalla fiisica che sostiene l’attrazione tra cariche opposte e la considera come una forza naturale e di completamento. Allo stesso modo, come le due cariche diverse, anche due soggetti si scoprono e si completano frequentandosi e permettendo l’uno all’altro di trarre vantaggi da questa nuova conoscenza e dal loro incontro.

Per questo motivo, provate anche voi a dare retta alla scienza e quando state per lanciarvi in nuovi incontri, dirigete le vostre mire su quei soggetti che rappresentano il vostro opposto e che in apparenza non hanno nulla in comune con voi. Nel fare ciò, non limitatevi mettendo in moto solo l’istinto, ma azionate anche la mente, cercando di guardare oltre l’aspetto esteriore oltre la battuta che, a primo impatto, può sembrare banale, ma che in realtà nasconde l’esigenza di essere amati e di essere accettati e compresi.

E seppur diversi, questo è lo stesso bisogno che vi accomuna e che potrete condividere insieme davanti ad un caffé, ad una cena o in un primo appuntamento. Così come in una caccia al tesoro, scoprirete che ciò che vi attrae non è quello che vi appare davanti, ma ciò che resta velato dietro all’apparenza, anche se è proprio l’apparenza che a volte inganna!