Categorie
Tendenze

Qual è il dialetto più sexy d’Italia?

Anche il dialetto può trasformarsi in un’arma di seduzione. Ma qual è il dialetto più sexy d’Italia? A svelarlo è una ricerca condotta su 2000 single

Vi è mai capitato di recarvi in qualche parte dell’Italia e di restare ammaliati da un determinato dialetto?

Oppure di essere in mezzo a tanta gente e sentire qualcuno che ha una pronuncia diversa dalla vostra che per qualche strano motivo riesce a scatenare delle emozioni particolari in voi?

Sappiate che tutto ciò non è anomalo, ma perfettamente normale, in quanto può accadere di essere attratti da una persona solo perché possiede un particolare accento diverso dal proprio. A dimostrazione di ciò sono i risultati emersi da una ricerca condotta da un’agenzia specializzata nell’organizzazione di Speed Date.

Qual è quindi il dialetto più sexy d’Italia? La medaglia d’oro va al dialetto toscano che secondo il 18% degli intervistati in quella sua “c” aspirata racchiude qualcosa di ammaliante. L’intervista è stata condotta su 2000 single i quali hanno espresso maggiori preferenze per tutti quei dialetti simpatici e di facile comprensione, e soprattutto preferibili ad orecchio, come per l’appunto quello toscano che sembra riesca a fare sempre numerose conquiste.

Medaglia d’argento invece per il dialetto romagnolo che ha conquistato il 15% delle preferenze, mentre il terzo posto va al dialetto romano, che nonostante sia considerato un po’ rude, è riuscito ad avere un bel 13% di voti a favore (forse è proprio questa sua caratteristica che riesce ad accendere la passione di molti).

Qualche gradino più giù invece troviamo i dialetti del sud, come quello salentino che ha avuto il 12% di preferenze, mentre il napoletano ne ha conquistate il 10%.

Alle ultime posizioni di questa classifica un po’ particolare troviamo il dialetto umbro-marchigiano con l’8%, che nonostante venga considerato simpatico da ascoltare, non è altrettanto sensuale, cosi come il milanese che con il 7% viene considerato di classe, ma poco sexy.

Chiudono la classifica il siciliano con il 6%, il calabrese con il 5%, il sardo con il 4% e il dialetto della Puglia del nord con il 2%: tutti questi hanno in comune il fatto di essere molto musicali, ma non vengono considerati come “seduttori” forse perché non sono facili da comprendere.

Concordate con i risultati di questa classifica? Qual è per voi il dialetto più sexy d’Italia? Stilate la vostra playlist.