Categorie
Notizie

Rincasa all’alba e la convivente gli stacca la lingua

Una donna di 34 anni di Pavia accecata dalla gelosia, ha staccato a morsi la lingua del proprio convivente di 36 anni, il quale era rientrato all’alba

“No succederà più che torni alle tre ed io mi addormenti senza te” cantava in una nota canzone Claudia Mori al suo, allora, marito Adriano Celentano in un simpatico duetto.

Ma mentre c’è chi intona canzoni che parlano della solitudine inflitta da partner che tornano ad ore improponibili della notte, c’è chi dalle parole passa direttamente ai fatti.

È cosi una donna di 34 anni di Pavia, ha fatto pagare caro il tardo rientro del suo compagno di 36 anni staccandogli un pezzo di lingua a morsi. Secondo quanto riportato da “La provincia pavese” sembra infatti che l’uomo sia rientrato ad un’ora abbastanza tarda, precisamente all’alba, scatenando cosi l’ira funesta della propria convivente che non ha voluto sentire né ragioni né scusanti.

Una scena un po’ all’Ultimo bacio di Gabriele Muccino dove però alle urla e alla scenata di gelosia si è aggiunta qualche scena un po’ da cinema splatter: nel folle tentativo infatti di calmare la propria compagna, l’uomo l’ha avvicinata a se per baciarla, ma lei accecata dalla rabbia e ferita nell’orgoglio ha iniziato a mordere così forte la sua lingua, riuscendo a staccarne addirittura un pezzo.

Il tutto si è dunque concluso con un epilogo drammatico dato che la stessa non è uscita immune dalla furibonda lite che ne è scaturita, riportando una frattura ad una mano con una prognosi di 20 giorni. L’uomo invece si trova ricoverato presso l’ospedale San Matteo di Pavia, lo stesso in cui è stata portata anche la donna, dove i medici devono decidere se operare in modo da riattaccare il pezzo di lingua mancante oppure no.

Scene di gelosia che sfociano nella violenza, dove chi ha ragione passa dalla parte del torto e viceversa. Il dialogo è sempre l’arma vincente, ma anche lasciare che l’altro possa smaltire la propria rabbia può rivelarsi un vantaggio, soprattutto per la propria incolumità.

Come vi sareste comportati voi al posto della donna? Giustificate il suo gesto? Buttare il proprio compagno semplicemente fuori dalla porta poteva rivelarsi una soluzione efficace?