Categorie
Tendenze

Qual è il periodo fertile per l’uomo?

Cosi come le donne hanno un periodo fertile per avere un bambino, anche gli uomini sembrano averne uno tutto loro. Scoprite qual è la stagione ideale

Qual è il periodo fertile per avere un bambino? Per quanto riguarda l’uomo sembrerebbe essere quello della calda stagione, ovvero l’estate.

Questo è quanto riscontrato dai risultati di una ricerca del tutto italiana condotta dall’Università di Parma e da quella di Ferrara e pubblicati all’interno della rivista Chronobiology International. I ricercatori, che hanno tenuto sotto esame per ben 11 anni dal 2003 al 2014, 5188 uomini con problemi fertilità, hanno riscontrato come lo sperma sia più attivo durante il periodo estivo.

Ma quali sono i motivi per i quali l’estate sembra essere la stagione ideale per concepire un bambino? Dai risultati della ricerca emerge come la relazione stagionale, la maggiore mobilità degli spermatozoi ed ulteriori fattori, siano soggetti a cambiamenti nei livelli di ormoni come il testosterone, il cortisolo, la vitamina D ed il colesterolo.

Se siete impazienti di avere un figlio quindi considerate che il periodo fertile idele perché la vostra metà possa restare incinta sembra essere quello racchiuso tra i mesi di luglio e agosto, arco di tempo in cui gli spermatozoi risultano essere più veloci e attivi rispetto al più freddo gennaio. Infatti, com’è stato riscontrato durante lo studio, il 65,3% degli uomini raggiungerebbe una mobilità pari al 40%, percentuale adatta e nella media per fecondare l’ovulo.

Una delle cause principali che colpisce il 20% delle coppie che vorrebbero avere un bambino è dato da un buon 50% dall’infertilità maschile, in quanto gli spermatozoi non riescono a raggiungere un adeguato livello di mobilità che possano permettere la fecondazione e quindi il concepimento. C’è poi da sottolineare anche il fattore anagrafico in quanto più si avanza con l’età più diminuisce il livello di mobilità.

Se dunque avete un forte desiderio di paternità non vi resta che verificare quanto è emerso dallo studio, accertandovi nel contempo che anche la vostra donna si trovi in un periodo fertile. Se invece pensate che c’è ancora tempo per prendervi cura di un bebè, inutile suggerirvi cosa fare.

Che ne pensate?