Categorie
Notizie

Vicenza, annullano il matrimonio: invitati truffati

Un coppia di promessi sposi decide di organizzare le nozze nella città di origine di lei, ma all’ultimo momento annullano il matrimonio. Ecco cosa è successo

“Amici il matrimonio è stato annullato”: è questo il messaggio che alcuni invitati si sono visti recapitare all’ultimo momento dai futuri sposi.

Nulla di strano in tutto questo, i contrattempi posso sempre capitare, se non per un piccolo particolare: i regali di nozze, dal valore di circa 6 mila euro, erano stati ritirati tutti e i telefoni della coppia squillavano a vuoto da due settimane. Tutto fa quindi pensare ad una presunta truffa che ha coinvolto una quarantina di persone, come riporta anche Il Giornale di Vicenza,

Ma facciamo un passo indietro. Alla fine di questa estate alcuni abitanti di Vicenza hanno ricevuto la classica partecipazione di matrimonio da parte di una loro concittadina, Elena, la quale si era trasferita a Roma da qualche anno, ma che tramite una lettera allegata all’invito, spiegava di voler tornare nei suoi luoghi di infanzia insieme al suo compagno napoletano, Alessandro, per coronare il loro sogno d’amore.

I due mancavano dalla città da tanto tempo, e anche i genitori di lei si erano trasferiti, ciò nonostante amici, vecchi compagni di scuola e vicini si sono dimostrati entusiasti e lusingati di quella scelta e di quell’invito a cui hanno voluto dare subito conferma. E cosi dopo aver inviato l’adesione tramite mail, e ottenuto riscontro dalla cara e vecchia amica, si sono recati ad acquistare i regali della lista nozze in un negozio del centro, dove un giorno prima del matrimonio, che avrebbe dovuto tenersi il 15 novembre, un camioncino aveva ritirato tutti i regali con una delega firmata direttamente dalla sposa.

Una truffa ben architettata: al ristorante di Quinto, dove avrebbe dovuto tenersi il ricevimento, nessuno aveva mai prenotato per il matrimonio di Elena ed Alessandro, lo stesso dicasi per la chiesa. Qualcuno era stato avvisato all’ultimo momento di una questione urgente che purtroppo portava ad annullare il matrimonio, ma qualcun altro a cui il messaggio non è arrivato, si è anche presentato in chiesa. Nessun sposo all’altare e nessuna sposa in ritardo. Alcuni degli invitati hanno cosi intuito che si trattava di una truffa e si sono rivolti in questura per un consiglio: al momento però non è scattata nessuna denuncia.

Un epilogo infelice per chi si preparava a trascorrere una giornata di festa.

Cosa ne pensate voi di questa assurda vicenda e come vi sareste comportati al posto degli invitati?