Categorie
Notizie

Donna distrugge un’abitazione credendola dell’amante del marito

Credendo che fosse quella della rivale in amore, una donna infuriata distrugge un’abitazione. Ma commette un errore ed è costretta a risarcire i danni.

Non ci sono uragani che reggono il confronto con l’ira funesta di una donna, soprattutto se a provocarla è un tradimento. Lo sa benissimo un giovane cittadino di Nelson, Nuova Zelanda, spostato con una venticinquenne, con la quale da un po’ di tempo aveva dei problemi di convivenza.

La donna sospettava che il marito si vedesse con un’altra, e a dar conferma di ciò è stata la presenza di alcuni messaggi, scambiati dall’uomo con la sua probabile amante, trovati di nascosto sul cellulare. Infuriata la donna ha aggredito e trascinato il marito in macchina, e insieme si sono diretti presso l’abitazione della presunta rivale. Arrivati sul posto la donna si è letteralmente fiondata con tutta la macchina sul cancello, e dopo averlo sfondato si è diretta verso il garage, costringendo gli abitanti del palazzo, che all’inizio avevano creduto che si trattasse di un incidente, a trovare subito rifugio nelle loro case, per non essere coinvolti dalla furia della donna.

L’uomo nel frattempo è riuscito a fuggire. Solo l’intervento della polizia ha posto fine alla collera della donna, la quale ha dovuto fare i conti con l’amara realtà: l’abitazione non era quella della presunta rivale, che al contrario stava da tutt’altra parte. La venticinquenne è stata arrestata, e dovrà risarcire un danno di circa 35.000 dollari. Come si usa dire in terra sicula “curnuta e vastuniata” (cornuta e bastonata).