Categorie
Notizie

Vero amore? Sarà possibile scoprirlo con un test

Come scoprire se la persona che abbiamo accanto è il vero amore della nostra vita oppure no? In un prossimo futuro potrebbe essere un test a rivelarlo

Quante volte ci siamo domandati se la persona per cui abbiamo perso momentaneamente la testa sarà l’amore della nostra vita oppure se si tratta solo di una cotta passeggera?

Nel futuro, esattamente nel 2028, questo quesito potrebbe trovare risposta grazie ad un test ideato dal dott. Fred Nour. Si tratta di un test indolore e privo di rischi per tutti coloro che vi si sottoporranno: nella pratica verrà utilizzato uno scanner, di tipo MRI, utile per rilevare sostanze chimiche attive presenti nel cervello.

Per il neuroscenziato non ci sono dubbi: chi è realmente innamorato evidenzia un’alta quantità di nonapeptidi, presenti in numero nettamente minore in chi vive solo un’infatuazione. L’unico modo quindi per dimostrare scientificamente che si tratta di amore vero è quello di misurare il volume dei nonapeptidi nella parte limbica di età intermedia del cervello di un paziente, la cui presenza rafforza il legame e la monogamia tra partner.

Occorre specificare come la comunità medica non approva la risonanza magnetica funzionale come un vero test, anche perché si tratta di una procedura invasiva, ma Nour afferma che gli scanner di prossima generazione saranno in grado di misurare le sostanze chimiche dell’amore.

Un test di questo tipo potrebbe prevenire eventuali divorzi o porre fine a matrimoni di convenienza: insomma oltre ad un discorso “medico” subentra anche quello etico e psicologico. Ma come comunicare che la persona che sia ha acconto non è in realtà l’amore della vita? Si può basare il futuro di una relazione sui risultati di un test?

Tu lo faresti?