Categorie
Consigli

L’amore dura se i conti sono separati?

Coppia e denaro: mantenere due conti separati può aiutare nell’amministrazione della vita economica?

Gestire il denaro all’interno di una relazione non è sempre semplice, soprattutto quando si parla di coppie che vivono sotto lo stesso tetto.

Spesso può accadere che le esigenze che portano il partner ad utilizzare una parte dei vostri guadagni possono non coincidere con le vostre e viceversa. Potrebbe esistere una soluzione: che ne dite di due conti separati? E già, quando in una coppia si è in due a lavorare ognuno vuole sentirsi libero di utilizzare i propri risparmi per le motivazioni più disparate, non sempre comprese dal partner.

Questo spesso risulta essere una fattore di litigio e di attrito. C’è chi sostiene che la ricetta per la felicità economica in una coppia consista nel creare due conti separati, mantenendo una sorta di cassa comune per le spese che riguardano la casa, come le bollette, le spese per eventuali affitti o mutui, per i viaggi. In questo caso, però, sarebbe opportuno stabilire una quota a monte, considerando anche la differenza di guadagno fra i partner.

Un altro elemento che certamente potrebbe facilitare la gestione dell’economia della coppia è quello del dialogo: chiudere gli occhi di fronte al problema “soldi” solo per non scontrarsi con il partner, potrebbe solo ingigantire situazioni di facile risoluzione. E se uno dei due si trova in difficoltà economiche? In quel caso la cosa più naturale da fare è aiutare la nostra metà, senza fare pesare in modo eccessivo le spese in sovrappiù che stanno temporaneamente gravando su di noi. Ma siamo proprio sicuri che separare i conti possa facilitare il rapporto di coppia?

Avete esperienze in merito?