Categorie
Notizie

Relazioni, quanti tipi di amore esistono?

Il sentimento dell’amore, individuale e soggettivo, si presta a molteplici definizioni. La scienza, dal suo canto, ne ha formulato una teoria assolutamente inconfutabile

La descrizione dell’amore, spesso, scaturisce dall’esperienza personale del soggetto interpellato a dare detta definizione.

Ovviamente, se non ci si è mai soffermati su questa riflessione, si viene colti abbastanza impreparati, per cui si ricorre a luoghi comuni o a versi di poesie, canzoni romatiche, rievocazioni di spot pubblicitari.

Gli studi scientifici in questo ambito descivono l’amore in modo molto semplice: si tratta di stimoli che partono dal cervello, in diverse sue aree, e provocano beneficio al corpo dell’innamorato. Infatti, gli innamorati associano il loro sentimento a qualcosa di fisico, nato nel proprio cuore.

I diversi tipi di amore, da quello platonico a quello affettuoso nei confronti di un familiare, sprigionano reazioni ed effetti particolari a livello fisico ed emozionale, abbastanza incontrollabili ma con la possibilità di placarli dedicandosi ad altri interessi come, ad esempio, la pratica di uno sport o di un hobby, o ancora la focalizzazione su un altro aspetto della propria vita.

E’ fondamentale essere cauti verso questi sentimenti, sapendo accoglierli con opportuno equilibrio ed essere pronti a prendere le dovute distanze se necessario, come ad esempio nel caso in cui si configuri una situazione di morbosa dipendenza di un partner nei confronti dell’altro, rendendo il rapporto patologico.