Categorie
Incontri

La convivenza in una coppia, i pro e i contro di condividere gli spazi

Cosa succede quando due persone che si amano vivono assieme? Ai momenti di pazza gioia si alterneranno quelli di nervosismo: come affrontarli?

Vivere assieme al proprio partner, alla persona che si ama, che si è scelta per passarci tutta la vita assieme, è la cosa più bella che c’è.

Poter trascorrere del tempo uniti, condividere passioni e momenti di puro amore, non può che essere il desiderio di ogni coppia.

Ai momenti di pure amore, tenerezza e gioia, però, si alternano quelli di rabbia, di sconforto e di nervosismo. Perché ogni coppia litiga ed è normale e quando si convive, può capitare che un semplice screzio, se non si è abili a gestire la cosa, diventi qualcosa di molto più grande.

Cosa fare dunque? Rinunciare alla convivenza per salvare e conservare il grande amore? Assolutamente no. 

Bisogna solo essere previdenti e parlare sempre di tutto quello che non va a dà fastidio. Vivere assieme non è mai cosa semplice, alcune abitudini del partner possono diventare insopportabili dopo un po’ di tempo. Il tappo del dentifricio lasciato sul lavandino del bagno, la cucina in disordine o i vestiti ovunque, tutte cose che sembrano banalità, ma che a lungo andare potrebbero creare seri problemi in una coppia.

Si comincia con il non sopportare le cose in silenzio, poi si passa a litigare furiosamente magari per una sciocchezza, perché si è accumulato tanto e alla fine si scoppia.

Questo il motivo per cui quando due persone convivono dovrebbero dirsi sempre tutto, con calma e serenità chiaramente, ma parlare anche delle sciocchezze e chiedere magari uno sforzo maggiore a venirsi incontro. Soltanto così si salvaguarderà un rapporto e si riuscirà ad avere una convivenza gioiosa, con i suoi alti bassi è chiaro, ma comunque bella.

Sei pro o contro la convivenza?