Categorie
Notizie

Aids, l’eradicazione della malattia è ancora lontana?

Sono ancora molte le persone nel mondo che oggi continuano a morire di Aids. Ma qual è la principale causa del contagio e come evitarlo?

È di qualche giorno fa la notizia che nel 2018, 770mila persone sono morte nel mondo a causa dell’Aids, un numero davvero molto alto che evidenzia la necessità di parlare più apertamente di sesso sicuro.

Presentato a Durban, in Sudafrica, il rapporto Unaids rivela come il numero di nuove infezioni sia leggermente in calo rispetto al 2017, ma ancora molto lontano dall’obbiettivo di ridurre i casi a 500mila entro il 2020.

L’importanza dell’utilizzo del preservativo, non solo evitare gravidanze indesiderate, ma anche come strumento per evitare il contagio di malattie sessualmente trasmissibili, sembra essere ancora un grande tabù.

Come suggerisce Gunilla Carlsson, direttore esecutivo dell’associazioni Unaids, “sconfiggere l’Aids è possibile”, prendendo spunto dai modelli adottati dai paesi che stanno ottenendo maggiori successi nella prevenzione, investendo in modo intelligente sulle campagne d’informazione e raggiungendo invece le aree del mondo a maggior rischio di contagio.

Resta comunque estremamente importante l’educazione sessuale orientata al “sesso sicuro” a partire dalle fasce più giovani, magari proprio iniziando dalle famiglie.

L’obbiettivo è di far cadere il tabù del preservativo ed elevarlo a strumento importante che può sia fermare l’epidemia di Aids, che proteggere la propria salute nel quotidiano.

Quale potrebbe essere secondo te il modo più corretto per incitare le persone alla prevenzione?