Categorie
Tendenze

Matrimonio o convivenza? Questo è il problema!

Secondo un recente studio, sempre più coppie scelgono la strada della convivenza in alternativa a quella del matrimonio

Uno dei quesiti più gettonati, che da sempre molti amanti si pongono, resta la scelta tra il matrimonio e la convivenza. Si ritrovano in molti infatti a dover prendere una decisione quando il momento arriva (anche se c’è chi spera che questo non arrivi mai!), cercando di sfuggire o di rimandare con una banale scusa.

Sembra però che la maggior parte delle coppie decide, alla fine, di intraprendere la strada della libera unione; libera appunto da legami burocratici e anche definitivi. Questa opzione appare ai più come una via di fuga dalla realtà coniugale in caso d’emergenza. Da un recente studio statunitense, è emerso che, negli ultimi tempi, la convivenza batte il matrimonio, facendo registrare un tasso più alto e ponendola come alternativa alla scelta istituzionale.

Dal campione preso in esame, però gli studiosi hanno riscontrato un picco di benessere sia nel primo periodo del matrimonio che in quello della convivenza, nei quali entrambi i compagni vivono un momento sereno e pacifico. Altresì, però è venuto fuori che tale periodo ha breve durata, convertito negativamente dai primi sintomi di stress e di depressione, causati dalla vita quotidiana trascorsa insieme (sebbene si registrino livelli più alti di autostima e di felicità nel rapporto di convivenza!). Spesso la scelta della coabitazione è spinta da una carente situazione economica e dalla mancanza di stabilità lavorativa e professionale, che spinge i più a mantenersi sulla difensiva.

Si può dunque concludere che la libera unione rappresenti un’alternativa al matrimonio, senza però nascondere che essa evidenzi la mancanza di sicurezza che assilla i partner, costretti a dover prendere una decisione. E così alla fatidica domanda “mi vuoi sposare?” possono ancora rispondere “ma non è meglio convivere?”. E voi cosa rispondereste o cosa avete già risposto? Preferite convivere o sposarsi?