Categorie
Tendenze

L’uomo: il più sensibile nella coppia

Lo stereotipo di uomo insensibile è stato screditato da uno studio statunitense, che ha tolto il primato di sensibilità nella coppia alla donna

In campo sentimentale, da sempre si sostiene che, nel rapporto di coppia, la donna sia più sensibile e più sincera dell’uomo, reputato, invece apatico e incapace di provare vere emozioni per la propria compagna.

Ma come recita il proverbio, “non si può far di tutta l’erba un fascio” e, forse, sarebbe meglio isolare i vari casi. Da sempre la donna è stata ritenuta più emotiva dell’uomo, da una società che la reputa troppo fragile e che la vede, prima di tutto, come madre, accentuando così la differenza fra i sessi. Per questo l’uomo ha assunto il primato della forza ma, soprattutto, dell’insensibilità e dell’indifferenza emotiva.

Ma non tutti gli individui sono uguali e non tutte le coppie rispecchiano la tradizionale realtà. È stato infatti provato da uno studio del MIT Sloan School of Management di Cambridge, Massachussets, che, nella maggior parte delle coppie, è l’uomo il primo a dichiarare ciò che realmente prova per la partner, soprattutto dopo aver fatto sesso. In molti casi, infatti quest’ultimo rende sinceri gli uomini, che riescono a trovare il coraggio di aprirsi con la propria donna. Questo perché, in quei particolari momenti, l’amante viene vista con serietà come potenziale sposa e madre futura. Ma soprattutto essa rappresenta la confidente con la quale parlare e condividere tutto, anche ciò che spesso rimane nascosto, la verità.

E allora è meglio ricredersi sulle “teorie casalinghe” che vedono l’uomo come lo stereotipo dell’insensibilità o dare più fiducia a tutti coloro che, all’apparenza possono sembrare duri, ma che invece sono ipersensibili?