Categorie
Notizie

Meglio buttarsi dal terzo piano che essere scoperto da suo marito!

Amante di una donna tunisina, scoperto e aggredito dal marito di lei, fugge e cade dal terzo piano

Una scena da film avvenuta nella realtà, quella che vede l’amante scappare via dalla finestra per sfuggire al marito della propria donna.

Come in una scena tratta da una commedia all’italiana, infatti, due amanti, scoperti dal coniuge geloso, cercano di camuffare l’accaduto, in modo da non essere scoperti. Ma stavolta il fatto è accaduto veramente, nella città di Modena, dove una donna tunisina, dopo aver invitato nella propria casa il nuovo compagno siriano, è stata colta in flagrante dal marito, che tornato a casa prima del previsto, ha trovato la sgradita sorpresa.

La scena potrebbe apparire quasi scontata, se non si aggiungesse che, per sfuggire alle grinfie del coniuge, l’inopportuno ospite ha pensato bene di scappare per via aerea, gettandosi dalla finestra dell’appartamento e cadendo, così, dal terzo piano. L’ amante aggredito dal padrone di casa, ha infatti scelto la via di fuga più vicina, senza riflettere nemmeno sulle drastiche conseguenze. In questo modo, l’uomo, sbattendo violentemente contro un’auto in sosta sotto alla finestra, si è provocato un trauma spinale e uno cranico, accompagnati da fratture sparse alle costole, che lo mantengono ancora in prognosi riservata all’ospedale.

Questa storia dunque, ritornerebbe utile a qualunque regista che volesse riutilizzarla come oggetto per una scena cinematografica; anche se, a differenza della finzione filmica, la realtà appare troppo cruda e problematica. Si registra così l’ennesimo caso di tradimento finito male, che mostra, anche stavolta episodi di violenza e di ostinata infedeltà. Per limitare le conseguenze, sarebbe forse l’ora di essere più sinceri e di concludere una relazione prima di iniziarne un’altra. Ma giocare con i sentimenti diventa sempre più facile in una società nella quale predomina la legge della falsità.

Esiste un modo per prevenire questi eventi traumatici? Come si potrebbero limitare i danni?