Categorie
Notizie

È proprio vero che l’amore non ha età!

In Austria un quindicenne si innamora della sua allenatrice quarantenne, che resta incinta del minorenne

Si diffonde sempre di più la nascita di rapporti sentimentali tra partner di età differenti, che preferiscono amare qualcuno che non sia loro coetaneo ma piuttosto che si avvicini molto al loro modo di pensare.
Casi del genere sono ancora diffusi e sempre presi di mira da tutti coloro che non ammettono tali unioni.

La storia si ripete e stavolta il caso imputato ha avuto luogo in Austria, dove la quarantenne Renata si innamora del quindicenne Erwin che ricambia con un sentimento talmente intenso da metterla incinta. La donna infatti, condannata ad abusi sul minorenne, aspetta un figlio dal ragazzo, sempre più attratto dal fascino della sua allenatrice. E proprio questo ha sedotto Erwin che, allievo della donna nell’Under 13 del Wiener Neustadt di pallamano, dopo aver superato il provino, si tratteneva con lei spontaneamente oltre l’orario degli allenamenti.

“Galeotto fu l’extra e chi lo ha concesso” verrebbe da dire osservando l’intensa relazione venutasi a creare tra i due, nonostante la loro differenza di età e, soprattutto, nonostante i dissensi della gente. Come in ogni situazione fuori dal comune, le critiche sono, infatti arrivate puntuali, senza, però infastidire la coppia, né tutti i favorevoli alla loro storia d’amore. Partendo proprio dall’età della donna, questi ultimi potrebbero giustificare la relazione, sostenendo che la voglia di maternità femminile, aggiunta al senso di protezione che ognuna prova per soggetti minorenni, abbia spinto Renata a prendersi cura del quindicenne Erwin.

Ma le perplessità scattano quasi automaticamente, quando si riflette sulla gravidanza della donna; come può infatti, una quarantenne matura scegliere un minorenne per la crescita di un bambino? L’unica risposta è stata fornita dagli stessi protagonisti che, intervistati, hanno ammesso e dimostrato il loro grande amore. I due hanno mostrato sicurezza di atteggiamenti e soprattutto responsabilità nelle scelte, prese consapevolmente e in una prospettiva futura. Lei vede lui serio e affidabile come un vero adulto; lui attratto dalla bellezza di lei, l’ha supportata nella condanna e, ora, nella gravidanza, come un coetaneo o forse anche meglio (sfatando in questo modo anche il mito dell’uomo più grande). Con il dito puntato, però, i più critici hanno evidenziato l’incoscienza della donna, che nonostante la maturità della sua veneranda età, ha cercato di sedurre un ragazzo che potrebbe essere, invece suo figlio. Ma forse proprio questi accusatori sono coloro che, nascondendosi dietro ai loro paraocchi, non riescono a vedere ciò che sta dietro le righe.

La strana coppia rappresenta, infatti la serenità nel rapporto di coppia, e proprio per questo, i due partner potrebbero insegnare la vera arte di amare a tutti coloro che sono ben felici di seguire gli schemi. Ma se è pur vero che le critiche fanno crescere, passiamo il testimone ai commentatori. Come vi sentireste a vivere i panni di uno dei due protagonisti della storia? Vi è capitato mai di invaghirvi di una persona di differente età?