Categorie
Notizie

Un nonno ventinovenne per una bimba inglese

Un giovane inglese ha raggiunto un record da guinness, diventando nonno a ventinove anni, dopo che la figlia quindicenne ha dato alla luce una splendida bambina

La nascita di un bambino dona gioia e allegria a tutta la sua famiglia, rendendo felici anche i parenti più stretti. E, di solito, sono i nonni ad essere i più emozionati dal lieto evento, supportando, nella maggior parte dei casi, i neogenitori nelle loro esigenze.

Può accadere, però, che la differenza di età tra i nonni e i genitori del nuovo nato sia così poca da suscitare stupore e qualche perplessità. Questo è ciò che ha provocato anche il caso di Shem Davies, inglese divenuto nonno a soli ventinove anni. La sua unica figlia quindicenne Tia, infatti, ha partorito da poco tempo una bambina, Ava Grace, dopo aver conosciuto il compagno coetaneo. Nonostante la nonna trentenne della piccola bambina non sia entusiasta della scelta avventata della figlia, il coniuge Shem ha manifestato la sua gioia in modo espansivo, confessando di non provare rancore nei confronti di Tia, visto che lui stesso aveva deciso di fare la stessa cosa a soli quattordici anni.

Sebbene la piccola Ava sia stata trattenuta in incubatrice, dopo la nascita, ora sta bene, coccolata da questi nonni giovani e dai genitori giovanissimi, che si sono impegnati sin da subito ad accudire il più piccolo membro della loro famiglia. Il caso in questione dimostra come l’affetto possa colmare anche la mancanza di esperienza. Anche se, infatti, Shem e la moglie Kelly abbiano già affrontato da immaturi la nascita della loro unica figlia, essi si mostrano ora maturi ad accogliere in modo degno la loro prima nipotina.

La nascita di quest’ultima ha permesso al nonno ventinovenne di raggiungere il record del Guinness dei primati come nonno più giovane del mondo e di sentirsi importante per la propria famiglia. Per molti, infatti, egli non rappresenta un buon esempio, in quanto troppo avventato nelle sue scelte. Ma se ci si sofferma sulla passione e sul forte sentimento di questo padre che lo lega ai suoi cari, si comprenderebbero le sue scelte e quelle della figlia.

Oggigiorno si è abituati a rimandare il matrimonio o la nascita dei figli, spesso per cause di forza maggiore o forse solo per scelta personale. Questo rende rigida l’opinione pubblica che tende a giudicare colui che esce dal coro per seguire strade diverse. Dunque non è qui importante essere d’accordo o meno con il giovane nonno Shem ma piuttosto imitare la vera affezione che egli può insegnare a tutti.

Siete d’accordo?