Categorie
Tendenze

Mamma a tempo pieno? Si, grazie!

Non è sempre facile per una donna doversi dividere tra lavoro e famiglia e alla fine dover decidere di dedicarsi solo ad una delle due cose

Un argomento sempre attuale riguarda le donne in carriera che devono sostenere sia il proprio lavoro che la propria famiglia. Spesso, però, c’è chi decide di mollare la presa e di dedicarsi ad una sola delle due cose.

Alcune donne, infatti, dopo aver affrontato i dolori del parto e l’immensa gioia della nascita del proprio figlio, decidono di dedicarsi a lui in modo incondizionato. Fare la mamma a tempo pieno, come si dice di solito, comporta però sia aspetti positivi che negativi, impegnando ogni istante della vita quotidiana di queste mamme.

Sebbene non sia sempre facile conciliare vita sociale e maternità, le donne che scelgono di essere mamme prima di ogni altra cosa sanno bene lo stress che le aspetta, ritenendo di poterlo alleviare attraverso l’innocenza e la dolcezza del neonato. Diverse testimonianze di mamme a tempo pieno, infatti, confermano che l’arrivo di un bambino allieta la famiglia, anche se aumenta le responsabilità. La maggior parte di queste donne non tornerebbe indietro, non sentendo il bisogno di riscatto sociale ma, piuttosto, non riuscendo a separarsi dal figlio.

Questi specifici casi di mamme rappresentano un’eccezione nella società moderna, che preferisce i genitori dinamici capaci di conciliare lavoro e famiglia. In entrambi i casi, le donne sono spesso soggette a critiche, reputate troppo protettive nel primo esempio, o troppo distanti nel secondo. Giudicare le une o le altre appare, però, poco adatto, visto che, solo attraversando ciò che le suddette donne affrontano, ci si può rendere conto di quanto sia necessario fare una scelta.

Quando si ha il dono di ricevere un figlio, infatti, si cerca di cambiare la propria vita in funzione di questo. Si cambiano gli orari, arriva l’insonnia, che può compromettere il rapporto di coppia ma, si avverte anche la gioia di essere genitore. Dagli occhi del proprio figlio si prende l’energia per proseguire la giornata e la forza per portare avanti tutto in modo adeguato.

Tutto questo gratifica la mamma a tempo pieno che non fa passi indietro ma solo passi avanti. E voi siete favorevoli a questo tipo di mamma o, invece, pensate sia più giusto accostare la carriera personale alla famiglia?