Categorie
Consigli

Sposare un omosessuale senza saperlo!

Scoprire di aver sposato un gay è un’esperienza traumatica, che compromette la stabilità del già esistente rapporto di coppia

“Molti danno agli altri ciò di cui avrebbero maggiormente bisogno per se stessi”. Forse mai nessuno meglio di Oscar Wilde è riuscito ad esprimere la propria omosessualità, nonostante i mille tabù della società ottocentesca nella quale lui viveva.

Ma non è sempre facile per tutti dichiarare la propria identità, soprattutto se si ha ancora il timore di essere giudicati e non compresi. Sebbene infatti, fortunatamente, la società odierna abbia eliminato gli antichi tabù, ancora c’è chi non riesce a mostrarsi e, soprattutto, a manifestare la propria attrazione per i soggetti del loro stesso sesso.

Ed è proprio in conseguenza di questa insicura chiusura che, spesso, si fanno scelte sbagliate o, perlomeno, scorrette. Sono tanti i casi ad esempio di persone che, non riconoscendo la propria omosessualità, sposano la donna che credono sia l’amore della propria vita. Con questa moglie-comparsa procreeranno poi dei figli, che gli concederanno una parvenza di paternità.

A lungo andare, però, anche se agli occhi degli altri tutto può apparire sereno e convenzionalmente normale, all’interno della coppia i sintomi del malessere cominciano a ledere la stabilità del rapporto. Le distanze tra i due coniugi aumentano, alimentando l’insoddisfazione di entrambi i partner. 

In questi casi, c’è chi decide di continuare la relazione senza amore e chi, invece, riesce ad allontanarsi dal gruppo familiare ed iniziare a mostrare la propria identità. E anche se il passo risulta difficile da effettuare, segnato com’è da mille dubbi e da traumi, si potrà chiedere l’annullamento delle nozze per una giusta causa

Per non giungere a queste drastiche conclusioni, sarebbe più giusto riflettere prima del matrimonio. Se si vuol bene ad una persona, tanto da volerla accanto per tutta la vita, si dovrebbe infatti essere il più sinceri possibile con lei. Ma prima di tutto, occorrerebbe forse imparare ad essere sinceri con sé stessi e comprendere cosa si vuole realmente!